“Vissi con le mie visioni” – Carmela Giustiniani

Vissi con le mie visioni. Vita di Elizabeth Barrett Browning di Carmela Giustiniani è una delle biografie edite dalla casa editrice Flower-ed, della collana Windy Moors. Ho letto anche le altre due biografie, dedicate alla Burnett e alla Von Arnim, scritte da Carmela Giustiniani e già mi erano piaciute, oltre che per i contenuti, per lo stile di scrittura, sintetico ed esaustivo.

51cm8muWsrL

Ho conosciuto così la poetessa Elizabeth Barrett di cui, ammetto l’ignoranza, non conoscevo quasi niente. Nata in Inghilterra nel 1806 fu la prima di dodici figli. La famiglia viveva agiatamente grazie alle colonie in America e allo sfruttamento della schiavitù, il padre viaggiava spesso, mentre la madre si dedicava al mestiere di moglie e madre. Soprannominata dai famigliari Ba, Elizabeth aveva capelli neri, carnagione scura e occhi grigi. Crebbe a Hope End, nell’Herefordshire, una zona isolata dove non c’erano i parenti della madre a infastidire il solitario Edward Barrett.

Elizabeth, da brava sorella maggiore, orchestrava per i fratelli e le sorelle le attività: giochi, picnic, spedizioni nelle grotte dei giardini. Amava entrambi i genitori ma cercava l’approvazione del padre. A nove anni leggeva già Walter Scott, Maria Edgeworth e Jane Austen e scriveva poesie dedicandole alla madre.

Libri e sogni erano ciò entro cui vivevo.

Nel 1821 iniziò a soffrire con le sorelle di frequenti mal di testa, dolori muscolari e malessere: mentre Henrietta e Arabel guarirono, Elizabeth si portò la malattia e i suoi strascichi per tutta la vita: forse soffriva di anoressia nervosa, forse aveva un problema alla spina dorsale, cominciò a fare uso di oppio sotto forma di laudano, senza mai manifestare i segnali dell’abuso.

Ormai era debole e le sue condizioni di salute non le avrebbero permesso di andare in cerca di fortuna in giro per il mondo: decise quindi di farlo con la poesia. Voleva essere un “cantore di Dio” e sentiva la condizione femminile come un disagio e un difetto per la sua ricerca di indipendenza e libertà. Ma il suo genio si sviluppò e continuò a scrivere e pubblicare. Nel 1828, quando aveva ventidue anni, morì la madre e fu un duro colpo, seppur nella sua fede in Dio la morte doveva essere accettata perchè volontà divina: divenne sempre più diffidente nei confronti delle gioie terrene. Legò molto con il padre, che si affezionò sempre di più alla primogenita.

Importante fu il rapporto in quegli anni con Boyd, uomo molto più anziano di lei, sposato e cieco, che le fece da mentore, per cui probabilmente ebbe una cotta e con cui fu legata, più o meno con costanza, fino alla morte di lui. I rapporti con gli uomini erano molto semplici: Elizabeth amava il fratello Edward, denominato Bro, per il padre provava ammirazione e da lui voleva essere amata, per Boyd  sentiva stima e affetto, amore forse per un periodo.

Intanto la sua fama cresceva e nel 1845, a trentanove anni, quando mai avrebbe pensato potesse accadere anche a lei, conobbe Robert Browning, poeta di sei anni più giovane, che apprezzava la sua opera: si scambiarono numerose lettere e si incontrarono, di nascosto dal padre di lei. L’amore scoppiò tra i due geni, che si sposarono in segreto l’anno dopo e si trasferirono in Italia. I problemi di salute di Elizabeth lasciavano presagire l’impossibilità di avere dei figli, a maggior ragione per la sua età, invece dopo due aborti riuscì a portare a termine una gravidanza.

Gli ultimi quindici anni di vita, furono per Elizabeth pieni di gioie e felicità, seppur funestate da morti, di famigliari e del padre, che dopo la sua fuga non volle rappacificarsi con lei. Nel 1856 pubblicò un romanzo, Aurora Leigh, opera intima e autobiografica, che rispondeva ad alcuni interrogativi sulla condizione femminile e sul suo possibile convivere con la poesia e l’arte.

Leggere è parte della mia vita e soffro orribilmente quando non leggo – l’anima divora se stessa.

Morì a cinquantacinque anni, tra le braccia del suo Robert: era stata tutto ciò che desiderava: poeta, moglie e madre.

 

SCHEDA DEL LIBRO

Editore: Flower-ed
Pagine: 112
Prezzo: 13.00€ copertina flessibile, 7,99€ prezzo kindle
Voto: 8/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...