1

Wolfheart – Alessia Coppola

22396736_2320865214628592_870258751_o

Voglio parlarvi oggi del nuovo romanzo di Alessia Coppola, disponibile all’acquisto la prossima settimana e uscito in anteprima al Salone del libro di Torino. A giugno avevo avuto modo di assistere alla sua presentazione al BGeek di Bari qui l’articolo e ne ero rimasta molto affascinata. Ma veniamo alla storia: Aylena è una ragazza speciale, vive da più di 500 anni, è una totemki, in lei risiede lo spirito del lupo, ed è vittima di una maledizione; dall’alba al tramonto si trasforma in un lupo. Aylena caccia e uccide i damoir, esseri della notte figli della dea Lilith, cugini dei vampiri, che vanno in giro per il mondo a cibarsi di essere umani.

E’ durante una di queste battute di caccia che Aylena conosce Adrien, appartenente ai Thanam, cacciatori di damoir e di creature del male. Tra viaggi attraverso l’Europa, verso la Francia e poi la Russia, uccisioni, trappole, incontri con bambini speciali e mezzosangue, noi lettori scopriremo assieme ad Aylena stessa il suo passato e le sue origini.

Alessia Coppola ha creato un mondo parallelo al nostro, popolato di creature leggendarie come vampiri, licantropi, damoir e totemki, in cui non si può fare a meno di immedesimarsi nei due protagonisti e nelle loro avventure. Il ritmo è incalzante, ti spinge a leggere pagina dopo pagina per vedere cosa succederà, soprattutto nelle ultime 50 pagine ho trovato molto un ritmo cinematografico, tante scene di azione accostate una dopo l’altra che rivivono nella fantasia di chi legge.

Sperando di avervi incuriosito, correte a comprare la prossima settimana “Wolfheart – La ragazza lupo” 😀 Alessia Coppola merita tanto!

SCHEDA DEL LIBRO

EDITORE: La Corte Editore
PAGINE: 318
PREZZO: 16,90€

Annunci
0

#WhatsHotThisMonth?

Continuano le novità autunnali, non vorremo mai che perdeste l’uscita del vostro prossimo libro preferito 😀 Oggi vi parleremo di alcune uscite di oggi della Newton Compton Editori!

la-bambina-che-guardava-i-treni-partire_9403_

La bambina che guardava i treni partire di Ruperto Long (dal 28 settembre 2017) 

Francia, 1940. La guerra è ormai alle porte e i Wins, famiglia ebrea di origine polacca, rischiano di essere deportati. Alter, lo zio, è partito per la Polonia nel tentativo di salvare i suoi familiari, ma è stato preso e rinchiuso nel ghetto di Konskie. Il padre della piccola Charlotte vuole evitare che la sua famiglia subisca lo stesso destino, così si procura dei documenti falsi per raggiungere Parigi. Ma dopo soli quarantanove giorni si rende conto che la capitale non è più sicura e trasferisce tutti a Lione, sotto il governo collaborazionista di Vichy. Charlotte a volte esce di casa, e davanti ai binari guarda passare i treni carichi di ebrei deportati. Ben presto suo padre realizza che nemmeno Lione è il posto giusto per sfuggire alle persecuzioni e paga degli uomini affinché li aiutino a raggiungere la Svizzera. Un viaggio molto pericoloso, perché durante un incidente la famiglia Wins si troverà molto vicina alla linea nazista… Una fuga senza sosta, di città in città, per scampare al pericolo, sostenuta dalla volontà ferrea di un padre di salvare a tutti costi i propri cari. Ai vertici delle classifiche di vendita, vincitore del premio Libro de Oro, La bambina che guardava i treni partire ha commosso il mondo.

la-congiura-dei-monaci-maledetti_9355_

La congiura dei monaci maledetti di Carmelo Nicolosi De Luca (dal 28 settembre 2017)

Palermo. Un antiquario, proprietario di una libreria di testi antichi, viene brutalmente assassinato. Il colpo mortale è inferto da un pugnale che pare risalire al 1500. Dopo qualche giorno, nella tranquilla Firenze, viene ucciso un collezionista di libri d’epoca. Lo strano dettaglio è che l’arma del delitto è un pugnale identico a quello dell’omicidio siciliano. Stessa sorte tocca a un operaio che si occupa dei lavori di restauro nella basilica di San Domenico a Palermo: il suo corpo viene rinvenuto privo di vita. Le indagini portano ben presto a una scoperta sconcertante: l’esistenza di una setta, nata in Italia alla fine del 1400, ma sopravvissuta fino ai giorni nostri, quella dei Frateschi. I suoi adepti sono fedeli all’insegnamento di Girolamo Savonarola, il frate predicatore, e cercano da secoli il testamento che egli affidò ad alcuni discepoli prima di essere arrestato. E se tutti i delitti fossero legati a quel manoscritto? La scia di sangue, intanto, sembra destinata a non arrestarsi. Chi muove i fili dell’intricato complotto che affonda le sue radici in tempi lontanissimi?

il-re-della-casa_9420_Il re della casa di Abigail Tucker (dal 28 settembre 2017)

I gatti sono dappertutto! Sonnecchiano acciambellati al centro del divano, dopo averci sfrattato dal posto d’onore, ci guardano sornioni dallo scaffale più alto della libreria, fanno le fusa e un attimo dopo ci lanciano degli agguati come se all’improvviso fossimo diventati nemici o prede. E non è finita: milioni di video di gattini, teneri e deliziosi, dominano le pagine dei social. Insomma, questi batuffoli di pelo, accusati di egoismo e disinteresse, sono diventati i re del mondo. Ma qual è il segreto dell’inarrestabile ascesa di questo leone da salotto? Abigail Tucker ha intervistato allevatori, attivisti e scienziati che hanno dedicato la propria vita a osservare e studiare i gatti e ha dimostrato come il gatto sia riuscito a sfruttare il rapporto privilegiato con gli esseri umani per diventare uno degli animali più potenti del pianeta. Un avventuroso e divertente percorso attraverso la storia, l’etologia e la cultura popolare per capire come questi piccoli felini abbiano conquistato il mondo, Internet e i nostri cuori.

revolution-saga-lultimo-campo-di-battaglia_9013_

L’ultimo campo di battaglia di Simon Scarrow (dal 28 settembre 2017)

1815. Da una parte Napoleone, dall’altra il duca di Wellington. Entrambi hanno lasciato il segno come comandanti militari e sono divenuti degli eroi agli occhi dei popoli di due nazioni potenti ed estese come Francia e Inghilterra. Le loro vite per oltre due decenni sono corse in parallelo, simili ma distanti, le imprese vittoriose in terre straniere si sono succedute una dopo l’altra. Bonaparte però è in crisi. Il suo progetto di conquista sta naufragando e gli avversari si coalizzano sempre più spesso contro di lui. Tuttavia l’imperatore è ancora convinto che la sua Grande Armata sia l’esercito più forte in Europa. Il duca di Wellington sa che lo scontro decisivo non può essere più rimandato e può contare sull’ampio contributo degli alleati. Dopo diverse giornate di preparazione degli eserciti, arriva la data fatidica del 18 giugno. I due mitici condottieri si scontrano a Waterloo, in una battaglia che sarà ricordata per sempre nei libri di storia.

ti-amo-gia-da-un-po_9300_Ti amo già da un po’ di Tania Paxia (dal 28 settembre 2017)

Manca una settimana a Natale. Maybelle e Luke, entrambi avvocati, sono nel loro appartamento e stanno discutendo animatamente per via di un caso che May non ha voluto accettare e che il padre di Luke, capo del prestigioso studio di avvocati di New York Davis & Associates, le ha ordinato di prendere in carico. May è determinata a non cedere, Luke è irremovibile sulla posizione della famiglia. I toni si alzano e il confronto diventa un litigio vero e proprio. May, delusa dall’atteggiamento del fidanzato, se ne va sbattendo la porta. Partirà alla volta del New Hampshire: trascorrerà le festività nella casa di famiglia con i genitori e cercherà di schiarirsi le idee. La cittadina di Keene non le è mai sembrata così bella, e anche se ha un macigno sul cuore, May non può fare a meno di sentirsi davvero a casa, in mezzo alla neve, a romantiche decorazioni, cioccolate calde col cuore di gelato, e soprattutto non immaginava che avrebbe incontrato di nuovo Peter, il suo amico di un tempo che forse non ha mai davvero capito…

i-grandi-discorsi-che-hanno-cambiato-la-storia_9407_I grandi discorsi che hanno cambiato la storia di Gianluca Lioni – Michele Fina (dal 28 settembre 2017)

Anche con la voce si può scrivere la storia. In tutte le epoche vi sono stati personaggi in grado di incidere, oltre che con le imprese, anche con i discorsi. In alcuni casi sono stati eventi eccezionali, inscritti nelle tradizioni di grandi religioni e filosofie, come il Discorso della Montagna di Gesù o il Discorso di Varanasi del Buddha. In altri sono stati discorsi coraggiosi pronunciati davanti a temibili accusatori, come accaduto a Galileo. Particolarmente famose e influenti sono state le parole di condottieri e leader politici, da Pericle ad Alessandro Magno, da Napoleone a John F. Kennedy, solo per citarne alcuni vissuti in secoli diversi. Gli scritti successivi, le testimonianze raccolte o, nella modernità, i potenti mezzi di comunicazione hanno amplificato la portata di questi discorsi. Talvolta è rimasta indelebile una frase, come per Martin Luther King («I have a dream»), o per Steve Jobs («Stay hungry, stay foolish»). Questo libro presenta i personaggi più importanti che hanno interpretato i bisogni e i sentimenti dei loro popoli o lanciato sfide alla società e al potere costituito, e che sono rimasti nella storia anche grazie al loro pensiero manifestato con forza di fronte a grandi masse di donne e uomini.

missione-ararat_9354_Missione Ararat di Christopher Golden (dal 28 settembre 2017)

Quando un terremoto rivela una grotta segreta, nascosta tra le pareti del Monte Ararat in Turchia, una coraggiosa coppia di avventurieri è determinata a esplorarla per prima. Quello che scopriranno è destinato a cambiare il mondo. Messo insieme un team di speleologi, archeologi e documentaristi, riescono finalmente a raggiungere e a entrare nella cavità del monte. Sembra incredibile, ma la grotta altro non è che un’antica nave sepolta, un relitto finito a quell’altitudine in tempi remoti. Si tratta dunque dell’Arca di Noè? Nei recessi dell’antro è custodito un elaborato sarcofago, all’interno del quale riposano da millenni i resti di un mostruoso cadavere. Non è di certo il patriarca biblico che avevano immaginato di trovare: si tratta invece di una spaventosa creatura con le corna. Lo stupore e la paura si trasformano in orrore quando comincia a verificarsi una serie di inquietanti omicidi. L’unica via di salvezza sembra essere la fuga, ma una tormenta di neve ostacola la discesa dalla montagna. Tutto quello che possono fare è pregare per la salvezza. Ma qualcosa di malvagio sta ascoltando le loro suppliche… E sta per rispondere a modo suo.

Queste sono solo alcune delle uscite di oggi della Newton, cosa aspettate a correre in libreria per scoprirle tutte?

Alla prossima!

0

Aspettami fino all’ultima pagina – Sofìa Rhei

“Quando un lettore sente un’affinità tanto forte con un autore, tra loro si crea un legame, un vincolo d’affetto e di responsabilità.”

21952678_2296817820366665_968550531_o

“Aspettami fino all’ultima pagina” è stato un romanzo che ho divorato in una manciata di ore, trama e copertina mi hanno attirata come l’idea del potere terapeutico dei libri. Silvia è una donna di origini spagnole sulla quarantina, a Parigi da alcuni anni. Lavora in ambito scientifico in un ufficio e ha una relazione con Alain, un uomo sposato, da ormai tre anni. Vittima di un amore travolgente e di un bisogno d’affetto spera da sempre che lui lasci la moglie per stare con lei; spera di poter costruire una vita con quest’uomo che considera perfetto nonostante le delusioni, le bugie e le promesse non mantenute. Dopo alti e bassi in cui il pensiero e il legame con Alain sembrano le uniche ragioni per andare avanti, a seguito dell’ennesimo disincanto decide di rivolgersi ad un terapista. Fingal O’Flaherty è un uomo curioso, vive in un hotel lussuosissimo, circondato da libri che utilizza per curare i suoi pazienti. Ma questa presenza maschile è accompagnata dalla conoscenza di un altro uomo,  che sconvolgerà la vita di Silvia. Pur essendo una storia che si legge velocemente e che ha un finale che non lascia nulla in sospeso, ho trovato alcuni punti che mi hanno un po’ lasciato perplessa. Primo tra tutti il carattere della protagonista, la sua debolezza che fa venire rabbia a qualsiasi donna con un po’ di autostima, soprattutto all’inizio. Poi alcune parti che vengono spiegate solo alla fine lasciando abbastanza sorpreso il lettore. Probabilmente per apprezzare al meglio questo libro bisogna avere grande capacità immaginativa e credere nella magia.

Nonostante questo trovo che il romanzo sia ben scritto, ricco di spunti di riflessione personale che portano chi legge a pensare a se stesso e alla propria vita. Inoltre ci sono frasi di una bellezza incredibile per chi ama i libri:

“Ecco perchè abbiamo bisogno dei libri. Pensa che avrebbe senso venerare in tal modo semplici storie fatte solo per intrattenere? Se questi racconti non avessero il potere di conservare e trasmettere una parte dell’anima di chi gli diede forma, non ce ne ricorderemmo. E queste anime, come tutte le altre, hanno i loro chiaroscuri, le loro contraddizioni, i loro dolori. Possono trasmetterci il loro lato più luminoso o contagiarci con i loro timori.”

SCHEDA DEL LIBRO:

Editore: Newton Compton Editore
Pagine: 256
Prezzo: 10 euro

 

 

3

Una ghirlanda per ragazze – Louisa May Alcott

51q+cHr2MEL._SX350_BO1,204,203,200_

Quando ero piccola uno dei primi libri letti “da grandi” è stato “Piccole donne” di Louisa May Alcott. Negli anni successivi ho avuto modo di leggere altri suoi romanzi, non mi ero mai cimentata nei suoi racconti fino a che non mi è capitato di notare questa bella copertina piena di rose. “Una ghirlanda per ragazze” è una raccolta di sette racconti scritti in un periodo di forzata immobilità della Alcott a fine Ottocento, ognuno di essi ha come titolo dei fiori: “Biancospini”, “Una coroncina di edera e scarpette da donna”, “Viole del pensiero”, “Ninfee”, “Papaveri e grano”, “Piccolo bocciolo di rosa” e “Alloro di montagna e capelvenere”.

Questi fiori e piante simboleggiano il modo di affrontare la vita delle protagoniste di questi racconti. Sono donne benestanti e povere, fanciulle che si prodigano attraverso il lavoro per vivere più serenamente: dalla giovane ballerina che pensa alla sorella malata e con una ghirlanda di edera e nastri rossi conquista la scena ad una festa, all’umile e desiderosa di conoscenza accompagnatrice di una ricca ragazza per l’Europa, da una vivace bambina dai capelli dorati che riesce a smussare gli angoli più aguzzi del carattere di tre zitelle, a due giovani tanto diverse per carattere e ceto che diventano amiche. La Alcott ci regala sette storie di amicizia, amore, impegno e solidarietà in cui si respirano atmosfere di mare, montagna e campagna.

E’ stata una bella lettura, adatta a questi ultimi giorni estivi, la consiglio a tutti gli amanti della scrittrice e dei fiori.

Scheda del libro: 

Editore: Flower-ed
Pagine: 298
Prezzo: 16 euro

0

Demoni, mostri e prodigi – Giorgio Ieranò

 

 

“Demoni, mostri e prodigi” è il nuovo libro di Giorgio Ieranò, docente di Letteratura greca all’Università di Trento. Con questa raccolta di leggende e miti vuole farci capire come tutto quello in cui crediamo oggi sia riconducibile all’antichità. Attraversa capitolo per capitolo racconti di animali e creature fantastiche presenti già nella mitologia greca antica. Prendiamo per esempio la figura dell’unicorno: nel XIII secolo Alberto Magno lo descriveva con corpo di cavallo, testa di cervo, piedi di elefante e coda di leone, ma di quest’essere, simbolo di purezza, era già presente nel V secolo a.C.  un resoconto di Ctesia:  era un asino selvatico con la testa rossa, gli occhi blu e un corno in fronte. La leggenda racconta l’attrazione dell’unicorno per il profumo della verginità e l’utilizzo di una fanciulla vergine per catturarlo. Il professore Ieranò ci introduce anche alla nascita dei segni zodiacali, come il Sagittario, in origine il centauro Chirone, e alle metamorfosi, come il flauto di Pan nato da una ninfa che per fuggire dal dio sarebbe stata trasformata in una canna. Lo stesso Pan sarebbe diventato la costellazione del Capricorno dopo essersi buttato in un fiume ed essere divenuto mezza capra e mezzo pesce. capricor

Viene raccontata anche la terribile vastità del mare, visto come fonte di morte per la sua rappresentazione dell’instabilità e della precarietà dell’esistenza, mentre dal Cinquecento la cultura occidentale comincia a considerarlo come fonte di vita. Inoltre si affronta la tematica del vampirismo e dell’esistenza di creature non morte, per lo più donne, che affascinavano i malcapitati per  poi berne il sangue, o anche le origini dei racconti di fantasmi. Secondo i greci questi ultimi erano i corpi rimasti insepolti, quelli morti prima delle nozze senza figli e quelli morti violentemente. Anche la magia ha origini antichissime: Magos è una parola che i greci hanno ereditato dalla lingua persiana, rappresentava in questa gli esponenti di un’antica casta sacerdotale, uomini grandi, autorevoli e sapienti; significato travisato in negativo nella cultura greca e poi moderna. Esistevano formule e riti come quelli di tipo simpatetico, un esempio l’utilizzo di quelle che oggi sono le bambole vodoo. Ieranò non lascia da parte neanche la religione e i collegamenti con la magia: già in età romana abbiamo testimonianza di casi di statue di divinità pagane piangenti, paragonabili ai miracoli cristiani. In ultimo, ma solo perchè elencare tutta la varietà di fenomeni illustrati sarebbe troppo lungo, vorrei segnalare la nascita della ninfa del mare Nereide: figlia illegittima di Alessandro Magno avrebbe bevuto dell’acqua che rendeva eternamente giovani, il sovrano l’avrebbe buttata in mare con un sasso per impedirle di tornare in superficie e sarebbe diventata un mostro marino.

Modernità e antichità si mescolano in questa enciclopedia mitologica perchè come dice l’autore alla fine del libro “Se ritroviamo gli stessi rituali e le stesse credenze in uomini che vivono in luoghi e in tempi lontani tra loro è forse perchè tutti sentiamo il bisogno di quei rituali e di quelle credenze. Non perchè ereditiamo qualcosa dagli antichi, ma perchè siamo pur sempre antichi anche noi.”

SCHEDA DEL LIBRO

Editore: Sonzogno
Pagine: 160
Prezzo: 15,00€

0

Victoria – Daisy Goodwin

20227350_2200605516654563_2082428231_n.jpg

Una delle ultime uscite Sonzogno è la biografia romanzata di una delle regine più amate del Regno Unito, Victoria, scritta dalla creatrice della serie tv omonima, Daisy Goodwin. Ripercorriamo l’adolescenza della giovane, fatta di solitudine, sotto il controllo della madre, la duchessa di Kent e del suo segretario e consigliere Sir Conroy, allietata solamente dalla presenza del cagnolino Dash. A soli 18 anni Victoria diventa regina della monarchia britannica e si trova a dover affrontare nuove regole, etichette e responsabilità, sotto gli occhi di un regno abituato a vedere al governo un uomo. Nel romanzo vengono approfonditi i gusti e le inclinazioni ingenue e passionali della giovane, dall’amore per il suo primo ministro Lord Melbourne, alla pietà per i ribelli Cartisti del Galles, fino alle diverse emozioni che le si smuovono nel cuore quando approfondisce la conoscenza di suo cugino Alberto. Possiamo così meglio capire la vita e l’ambiente di corte, con le sue vicissitudini e il clima in cui si trovava a regnare una donna.

Conoscevo già la storia della regina soprattutto dopo aver visto il film “The young Victoria”, quello che forse mi sarei aspettata di più a livello di trama era un maggior spazio riservato alla politica e al contesto storico, invece che concentrarsi quasi esclusivamente sui complotti per manovrare Victoria e trovarle un marito. Mi è piaciuto molto il ruolo svolto da Lord Melbourne: ama la regina, la serve ma è disposto a mettersi da parte per il bene della monarchia e non accettare la sua proposta di matrimonio. Troppo frettolosa invece la parte finale e poco approfonditi i sentimenti di Victoria nei riguardi di Alberto: ho avuto l’impressione che si stesse comportando come un’adolescente che tenta di fare breccia nel cuore dell’innamorato dopo averlo inizialmente trovato insopportabile.

Belle alcune frasi, che ad una romantica come me non potevano non piacere, eccone un esempio:

“Lo sapevate, Maestà, che le cornacchie scelgono un unico compagno per tutta la vita? Ogni anno, quando è il momento di fare il nido, ripetono i riti di corteggiamento con lo stesso compagno dell’anno precedente, rinnovando i voti nuziali e tenendo sempre viva la scintilla della vita di coppia. Potremmo imparare così tanto da loro.”

Vittoria_del_Regno_Unito_1Foto della regina Victoria

Scheda libro: 

Pagine: 430
Editore: Sonzogno
Prezzo: 19.50€

0

Leggiadra stella – John Keats

WhatsApp Image 2017-07-06 at 16.01.48

John Keats è stato uno dei massimi esponenti del romanticismo inglese e ci ha lasciato alcuni dei più bei versi esistenti. Questa recensione è dedicata alle lettere d’amore scritte alla sua Fanny. Keats e Fanny Brawne si conobbero e si innamorarono, la loro relazione rimase sconosciuta per molti anni, fino a che nel 1878 fu pubblicato il carteggio delle lettere del poeta (quelle di Fanny furono distrutte dagli amici di Keats dopo la sua morte). Dalle lettere traspare un erotismo e una passione del tutto nuovi, disdicevoli per l’epoca vittoriana in cui furono edite a stampa. Keats riversa le sue emozioni nell’inchiostro sulla carta: è molto malato, morirà di li a poco e combatte contro la morte rinchiudendosi entro quattro mura e ristorandosi solo degli sguardi e dei biglietti della buonanotte della sua dama.

fanny-and-john2

I toni sono dolci, violenti, a tratti morbosi e grotteschi; ci permettono di conoscere appieno il cuore di quest’uomo. Di seguito alcuni passi:

Lettera del 3 luglio 1819: “Chiedi a te stessa, amore mio, se non sei crudele per avermi irretito così, per aver distrutto così la mia libertà. Confessalo nella lettera che devi scrivermi immediatamente e dì tutto ciò che puoi per consolarmi -falla ricca come un filtro di papaveri per inebriarmi- scrivi le parole più tenere e baciale, che io possa almeno posare le mie labbra dove furono le tue. […] Vorrei che fossimo farfalle e vivessimo tre soli giorni d’estate -tre giorni così, con te, sarebbero più colmi di delizie, di quante ne potrebbero contenere cinquanta anni di vita ordinaria.”
Lettera del 10 luglio 1819: “Mia dolce Fanciulla, la  tua lettera mi ha dato una gioia che nessun’altra cosa al mondo eccetto tu stessa può darmi. In verità sono stupito che una persona assente possa avere sui miei sensi quel voluttuoso potere che sento. Anche quando non ti penso ricevo il tuo influsso e una grande tenerezza mi pervade.”

Il momento del viaggio in Italia è sempre più vicino, così come il momento dell’addio e, purtroppo, della morte del giovane

“Sono contento che esista una cosa come la tomba -sono sicuro che non avrò requie che là. In ogni caso mi concederò la soddisfazione di non vedere più Dilke e Brown e nessuno dei loro amici. Vorrei essere fra le tue braccia colmo di fiducia, o che un fulmine mi colpisse.”

Consiglio la visione anche del film di Jane Campion del 2011, “Bright star” con Ben Whishaw e Abbie Cornish.

SCHEDA DEL LIBRO
Autore: John Keats (Prefazione di Nadia Fusini)
Titolo: Leggiadra stella – Lettere a Fanny Brawne
Pagine: 83
Editore: Archinto
Prezzo: 10.50€