0

La ladra di neve di Danielle Paige

neveSnow è una ragazza molto particolare, questo non solo perché da piccola ha cercato di attraversare uno specchio, frammentandolo in mille pezzi, procurando a se stessa e a una sua amica delle cicatrici che le accompagneranno per tutta la vita. E neanche perché è cresciuta, da quel momento, in un istituto per ragazzi con problemi mentali. Nemmeno perché l’unico ragazzo con cui abbia avuto un rapporto di amicizia, e poi d’amore, sia misteriosamente diventato muto dal giorno in cui si sono scambiati un bacio.

Snow è particolare perché in lei c’è molto di più, e le sue peculiarità, sedate dagli psicofarmaci, non tarderanno a riemergere, specie quando un ragazzo compare proprio in uno specchio, chiedendole di seguirlo…

giphy (3)

La storia di Snow è densa di magia e segreti, porta il lettore a varcare il confine tra realtà e fantasia, per scoprire un nuovo mondo popolato da creature fatate, streghe e un re non proprio giusto…

La lettura inizia in modo spedito e interessante, catturando il lettore con i trascorsi di questa giovane ragazza, alle prese con la difficile vita all’interno di quello che è un manicomio, claustrofobico e deprimente. Pian piano il lettore viene accompagnato a scoprire i segreti sulle vere origini di Snow, il suo percorso di crescita e, soprattutto, i suoi veri poteri.

giphy (1).gif

I personaggi che interagiscono con Snow sono bizzarri, molte volte un po’ controversi, spesso in lotta con se stessi.

Il romanzo è scorrevole, adatto per un pubblico molto giovane. Nonostante la prosa godibile, non emerge per originalità o per uno stile narrativo particolarmente coinvolgente. Belle, però, le ambientazioni e i colori che emergono dall’avventura di Snow e del suo potere di ghiaccio.

Un fantasy tradizionale che non deluderà i lettori alle prime armi.

 

SCHEDA DEL LIBRO:

Editore: DeAgostini
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 321

Annunci
0

Neve, strenne e storie di Natale

Alzino la mano quei lettori che abbinano le loro letture a determinati periodi dell’anno come Pasqua, Halloween o… Natale! Ammetto di non essere tra questi ma quest’anno, un po’ per gioco e un po’ alla ricerca dello spirito natalizio perduto, mi sono fiondata in quel mondo rappresentato dalla letteratura a tema natalizio e ho letto ben due libri!

Uno di questi è una raccolta di racconti fresca fresca di stampa (è uscito nelle librerie il 30 novembre) delle Edizioni Croce e s’intitola Neve, strenne e storie di Natale.

Si tratta di dieci racconti inediti delle più grandi firme del panorama mondiale: Edith Wharton, John K. Bangs, Anthony Trollope, Louisa May Alcott, Beatrix Potter, Mary Elizabeth Braddon, Francis Scott Fitzgerald, Ralph Henry Barbour, Maria Messina, Emilia Pardo Bazàn e Grazia Deledda.

Ogni racconto è ambientato nel periodo natalizio ed ogni racconto è diverso dal precedente: si passa dalle atmosfere cupe e semi horror in cui si aggirano fantasmi e spiriti di Natale con dei misteri irrisolvibili alle atmosfere più leggere del Natale in famiglia con il dono del perdono, senza tralasciare il Natale dei più poveri che, molto spesso, è manchevole di regali e leccornie ma pieno di amore e serenità.

20171212_173006-01

Tutti i racconti sono molto veloci e scorrevoli, pregni della tipica atmosfera natalizia a cui grandi autori come Dickens ci hanno abituato.

Inoltre Maria Barbuni, che ha curato e scritto l’introduzione di questa raccolta, ha disseminato il volume con tante piccole note che ci introducono anche alle usanze del tempo in cui il racconto è stato scritto. Includendo, alla fine del libro, la ricetta del tradizionale pudding natalizio di Edith Wharton.

E poi, visto che anche l’occhio vuole la sua parte, siamo in presenza di una copertina davvero bellissima! Insomma, fatevi o fate un regalo di Natale e comprate assolutamente questa raccolta.

Ovviamente io ho il mio racconto preferito ma non sono qui per svelarvelo! Ne riparleremo quando anche voi avrete letto questo piccolo gioiellino natalizio.


SCHEDA DEL LIBRO

Editore: Edizioni Croce
Pagine: 129
Prezzo: €16.00

0

Recensione di “Il Grande Grabski” di Marco Rinaldi

grankDurante il corso della nostra vita, abbiamo bisogno di persone che ci sostengano affettivamente e psicologicamente. Spesso si tratta di genitori, del proprio partner e, in alcuni casi, dello psicoterapeuta. Una figura che può aiutare un individuo a fare i conti coi propri problemi, specialmente con i propri conflitti interni.

È quello che fa Maurizio, un giovane uomo in cerca della sua strada, circondato da tante persone che dovrebbero essere supportive, ma che… spesso non lo sono. Da qui la decisione di rivolgersi a Grabski, uno psicoanalista che inizia a farsi carico del caso di Maurizio, in cerca di se stesso.

Ma i problemi di Maurizio non finiscono qui.

Maurizio è un uomo insicuro, molto attaccato e dipendente dagli altri, in cerca di conferme. Non fa altro che passare dall’affidarsi a una persona a un’altra, e il suo rapporto particolare con le donne lo spinge sempre a mettersi in una situazione di subordinazione, si fa facile vittima delle manipolazioni.

giphy.gif

Ed è ciò succede anche con Grabski, che diventa centro delle priorità di Maurizio, che basa la sua vita e impiega tutte le sue risorse, specie economiche, nella relazione con lo psicoterapeuta.

Lui, da parte sua, però, non risulta essere molto equilibrato: passa da una “fede” psicoanalitica all’altra, utilizza Maurizio come “cavia” inconsapevole delle sue tecniche. Si fa giudice e manipolatore del suo paziente, utilizzando tutti i cliché e gli stereotipi della psicologia e psicoterapia per convincere Maurizio a fare ciò che vuole, più che ciò che si sente di fare.

…come sempre nella mia vita, per le cose importanti avevo bisogno di un intermediario…

Maurizio, incredibilmente, diventa raccoglitore delle ansie altrui, costruisce la sua identità e personalità indefinite sui bisogni del suo psicoterapeuta e delle altre persone che nella sua vita non fanno altro che ferirlo e spingerlo ad essere ancor più “malato” psicologicamente.

Attraverso una scrittura chiara, sarcastica, irriverente e ben scorrevole, l’autore mostra una storia realistica, incredibilmente amara ma che non rinuncia a un pizzico di comicità. La vita di Maurizio è dura, ma lui non si arrende mai.

Il finale dona un senso di speranza ma, al tempo stesso, dà anche di rassegnazione, senza risparmiarci una sfumatura leggermente inquietante.

Alcune cose non si possono cambiare, specie non con uno psicoterapeuta ancora in cerca delle sue certezze. La psicoterapia è un trattamento complesso, a volte conta solo la forza d’animo.

 

Scheda libro

Autore: Marco Rinaldi
Editore: Fazi Editore
Pagine: 235
Prezzo: € 16,00

3

Un giorno questo dolore ti sarà utile – Peter Cameron

Ho avuto per le mani questo libro per caso, grazie ad uno swap-party fatto con le ragazze del gruppo di lettura qualche tempo fa. Ho iniziato a leggerlo senza grandi aspettative, più che altro con l’idea di eliminarlo dall’infinita lista dei libri ancora da leggere presenti sul comodino. Non ne ero consapevole, ma avevo nella mia libreria un piccolo gioiello della letteratura moderna, che mi ha catturata fin dalle primissime pagine. Sto parlando di Un giorno questo dolore ti sarà utile di Peter Cameron.  

James Sveck è un ragazzo di 18 anni, prossimo a frequentare il college. James abita nella grande e stimolante New York con la madre e la sorella. Vive una situazione familiare non troppo facile, con i genitori separati, un padre assente, una madre troppo impegnata a rimuginare sul fallimento dell’ennesimo matrimonio e una sorella al terzo anno di università che frequenta un uomo sposato e sta già scrivendo le sue memorie. Sin dalle prime pagine si capisce subito che James non è come tutti i suoi coetanei: ama leggere Trollope, fare tour virtuali di case in vendita e più di ogni altra cosa ama la solitudine. Non ama viaggiare  e ha deciso di non frequentare l’università: vorrebbe comprare una casa in Indiana, dove trascorrere il tempo in compagnia dei libri dei suoi autori preferiti e fare un lavoro semplice che gli dia il minimo indispensabile per condurre questo tipo di vita.

[…] volevo solo un posto dove stare da solo. Per me è un bisogno primario come l’acqua e il cibo, ma ho capito che non lo è per tutti.

L’approccio di James al mondo fa si che purtroppo non abbia amici e le sue relazioni sociali sono ristrette ai membri della sua famiglia.

Il problema principale era che non mi piace la gente, e in particolare non mi piacciono i miei coetanei, cioè quelli che popolano l’università.  ci andrei volentieri se ci studiassero persone più grandi. Non sono uno psicopatico (anche se non credo che gli psicopatici si definiscano tali), è solo che non mi diverto a stare con gli altri. Le persone, almeno per quello che ho visto fino adesso, non si dicono granchè d’interessante.

Sono solo due le persone con cui James ama davvero passare il suo tempo. Una di queste è Jhon, unico impiegato della galleria d’arte della madre, presso la quale anche James lavora part-time. La seconda è invece Nanette, la nonna materna del ragazzo, forse uno dei personaggi più dolci che ho ritrovato nelle mie ultime letture. Il rapporto che lega i due è intenso, meraviglioso e rimarrà nel cuore del lettore: lei rappresenta un porto sicuro per il giovane che per qualsiasi motivo, sa di poter trovare conforto e comprensione tra le sue braccia, mangiando insieme un’insalata russa, parlando o semplicemente restando in silenzio, un silenzio che significa molto più di ogni discorso fatto con qualsiasi altra persona.

20171203_183129

Seguendone il flusso di pensieri, le fughe improvvise, le azioni spesso avventate, il lettore vivrà appassionatamente le avventure di James alla ricerca del suo posto nel mondo.

Spesso James, per la sua difficoltà a relazionarsi con il mondo, si autodefinisce un disadattato. Il romanzo è narrato in prima persona dal protagonista, e questo spinge il lettore a vedere il mondo attraverso i suoi occhi ed è portato quindi a comprendere il suo punto di vista e i suoi comportamenti e diventa impossibile concordare con quella definizione. Lo si potrebbe definire più come un ragazzo di un altro tempo, sensibile a tematiche su cui gli adolescenti della sua età non si soffermano a pensare e che quindi inevitabilmente si auto-emargina dalla società.

Nel 2011 da questo romanzo è anche stato tratto l’omonimo film, in cui James è interpretato da Toby Regbo.

In conclusione si tratta di un romanzo prezioso, coinvolgente, emozionante e struggente, in grado di suscitare tutte queste emozioni in solo 200 pagine e il consiglio è quello di fare la conoscenza di James Sveck il prima possibile.


Scheda del libro

Editore: Gli Adelphi
Prezzo: 10,00 euro
Pagine: 206

3

Macerie prime – ZeroCalcare

Macerie prime

Il 14 novembre è uscito in tutte le librerie e fumetterie il nuovo libro di ZeroCalcare Macerie Prime. E il 21 novembre ho avuto la fortuna di assistere alla sua presentazione alla libreria Feltrinelli e di stringergli finalmente la mano! Ma andiamo con ordine.

Macerie Prime è un libro che ti fa riflettere. Tutti gli amici si stanno “sistemando” e cercano un qualche tipo di realizzazione sia professionale che relazionale. Ed in questo scenario il personaggio di Calcare si sente un po’ spaesato, come se tutto fosse cambiato troppo in fretta trasmettendo quella sensazione di ineluttabile.

Ovviamente non posso assolutamente dire di più. Come in tutti i suoi precedenti lavori ZeroCalcare riesce a strapparti un sorriso e, al contempo, a farti riflettere su tutto quello che può essere la tua vita. Su quanto possa essere difficile far incastrare alla perfezione la vita lavorativa con i suoi impegni e il giusto tempo da dedicare agli amici e agli affetti in generale. E su quanto possa essere devastante accorgersi che la tua vita sia cambiata senza che tu ci facessi caso.

Questo libro termina con un cliffhanger degno delle migliori serie televisive. Uscirà infatti un seguito nel maggio 2018 in cui verrà raccontato cosa è successo sei mesi dopo le vicende narrate in questo volume. Inutile dire che lo aspettiamo con ansia.

Zero

ZeroCalcare durante la presentazione alla libreria Feltrinelli

E si è parlato anche di questo nuovo volume nella presentazione che si è tenuta martedì scorso alla libreria Feltrinelli di Bari. Una piacevolissima chiaccherata in cui, tra una battuta e l’altra, si è parlato dei vari protagonisti del libro e di come la loro controparte reale non sia ancora pienamente a conoscenza di essere parte di questo libro. Inoltre si è parlato della difficoltà incontrata nello scrivere questo libro poiché, a differenza degli altri libri in cui gli altri personaggi sono “di contorno” alla storia, stavolta sono loro i veri protagonisti e questo ha richiesto “studi e ricerche” sotto forma di vere e proprie interviste alle persone reali.

 

Ovviamente, accanto alla presentazione, non poteva assolutamente mancare la session di firma copie: iniziata alle 15, interrotta alle 18 e ripresa alle 19 circa. Il nostro Calcare ha incontrato circa 220 persone e sketchato molti più volumi, chiaccherando con noi e facendo anche numerose foto con molti fan. Per la sua grande dedizione ha ricevuto anche una quantità non indifferente di viveri: i suoi adorati plum cake, taralli ed intere ruote di focaccia barese.

Io, dopo bene sei ore di attesa (passate comunque abbastanza piacevolmente chiaccherando con i ragazzi in fila con me), sono riuscita finalmente a stringergli la mano e a dirgli quanto questo libro mi rappresenti appieno vista anche l’età anagrafica che ci accomuna.

 

Gente

Ore 9.00 del 21 novembre 2017: fuori dalla libreria Feltrinelli c’erano già più di 60 persone in attesa del numero per il firma copie

 

Non posso dire sia stata una passeggiata, anzi è stato abbastanza stancante, ma vi assicuro che ne è valsa la pena. Come ha detto un ragazzo in fila con me “è un atto di fede” verso uno dei più bravi fumettisti in circolazione al momento che, accanto alla bravura, ha dalla sua un’indole dolcissima.

Consiglio a tutti la lettura di questo libro e, se non avete mai avuto a che fare con ZeroCalcare, vi consiglio di rimediare immediatamente: sarà amore a prima vista. E, chissà. ci incontreremo alla prossima presentazione!


SCHEDA LIBRO

Editore: Bao Publishing
Pagine: 187
Prezzo: 17€

1

Narcolexia di Enzo Cristofori

Spesso affrontiamo la nostra vita “andando avanti”, lasciandoci sopraffare dagli eventi e trascinandoci di giorno in giorno senza uno scopo. Spesso è la vita stessa a portarci a questo punto o molte volte siamo noi a non avere la forza per proseguire.

WhatsApp Image 2017-10-30 at 09.38.47Narcolexia di Enzo Cristofori edito da Lettere Animate Editore, ci dà la possibilità di rifletterci su. La protagonista di questo thriller psicologico è Alice, una ragazza di 21 anni affetta da narcolessia. Alice vive la sua vita lottando costantemente con il sonno e con ciò che comporta avere un tale disturbo, con la diversità e la precarietà. Contemporaneamente alla sua storia, abbiamo modo di seguire le vicende di Morfeo, un serial killer alla ricerca della donna perfetta che possa dormire al suo fianco.

Vediamo quindi da una parte una lotta per sopravvivere e restare “svegli” e dall’altra una per dormire. Cristofori porta a chiederci se sia davvero giusto lasciar perdere quella vita che tanto ci maltratta e cercare riparo nel sonno, così delicato, leggero, soave e felice. Il sonno rende liberi, la vita spesso no.

E ci lascia con questo interrogativo per tutto il suo libro, accompagnandoci nella mente di Alice che spinge per trovare un proprio posto nel mondo e prendere in mano la sua malattia e gestirla. E in quella di Morfeo, un killer brillante, unico, molto interessante che ha una sua personale filosofia di vita.

Ci troviamo di fronte ad un libro che ci lascia col fiato sospeso, che riesce a mantenere quella suspence adrenalinica tipica di ogni thriller. Ma allo stesso tempo abbiamo modo di farci le giuste domande e di affrontare temi importanti, come quello della lotta per la vita.
La resistenza, la voglia di vivere, contro l’oblio.

Inoltre, Cristofori analizza con un certo tatto, la condizione della malattia, della diversità, del disturbo. Ci prende per mano in questo percorso, quello di Alice e di Morfeo, e ci dà la possibilità di comprendere cosa significhi realmente vivere in una condizione così difficile, cosa significhi avere una patologia.

Con una scrittura semplice ma fluida ed attenta, l’autore crea un ottimo thriller, di spessore e con un finale soddisfacente .

Unica pecca, la copertina del libro che, a parer mio, non era del tutto necessaria e una mancanza di revisione per colmare qualche distrazione nel testo.

Ma Narcolexia resta un libro affascinante, un piccolo percorso per interrogarci sulla vita, sulla sua forza, sulla malattia, sulla diversità, sulla sopraffazione e sulla lotta. Assolutamente consigliato!


SCHEDA DEL LIBRO:

EDITORE:  Lettere Animate
PAGINE: 178
PREZZO: 14, 00 euro

 

0

Shadowhunters. Signore delle Ombre – Cassandra Clare

Ci sono degli autori di romanzi fantasy che sono in grado di creare un mondo nuovo e fantastico e di riuscire ad adattarlo perfettamente al mondo reale. Tra i tanti credo che la mia preferita in assoluto sia Cassandra Clare con il suo mondo popolato da Shadowhunters, vampiri, licantropi, fate e tanti altri esseri fantastici tutti perfettamente incastrati nel mondo reale.

Dopo le due trilogie principali, The Mortal Instruments e The Infernal Device, e dopo la trilogia Le Origini, la Clare ha iniziato a scrivere questa nuova serie chiamata The Dark Artificies con nuovi protagonisti. Signore delle Ombre è il secondo volume di questa serie ed è stato pubblicato in Italia il 19 settembre scorso.

Nel primo volume, Signora della Mezzanotte, i protagonisti Emma Carstairs e Julian Blacktorn si trovano a dover affrontare, nonostante la loro giovane età, un nuovo nemico inaspettato. Con l’aiuto di tutta la famiglia Blacktorn dell’Istituto di Los Angeles e di altri personaggi che ruotano intorno a loro, riusciranno a risolvere tutto.

Ma, come spesso ci ha insegnato la Clare, quello che sembra risolto in realtà non sempre lo è. Quindi i nostri protagonisti si ritroveranno a dover riprendere a combattere, com’è insito nella loro natura, per la sopravvivenza del mondo e, soprattutto, per la loro.

20171027_083630-01

Tra viaggi nel Regno delle Fate, in continuo movimento tra la California, l’Inghilterra e la mitica città di Alicante (patria degli Shadowhunters) si dipana questa storia che, oltre al lato avventuroso, ci regala tante piccole storie di vita: dal ritrovato Kit Herondale,  Shadowhunter perduto, all’esclusivo rapporto dei gemelli Ty e Livvy Blacktorn passando per l’anima “spaccata” in due di Mark Blacktorn ed, infine, all’impossibile amore che lega i due protagonisti Emma e Julian.

Cassandra Clare ci regala, come sempre, un libro in cui questi elementi sono ben dosati e perfettamente amalgamati, non dimenticando i vecchi protagonisti che noi lettori abbiamo amato ed apprezzato.

Una narrazione scorrevole ed avvincente in cui rincontrare vecchi amici e conoscerne di nuovi, capace di tenere il lettore col fiato in sospeso, con un attenzione sempre al massimo per capire cosa succederà girando pagina. E che alla fine, quando si arriverà al finale della storia, vi lascerà con un senso di perdita e con la voglia di avere il prossimo volume già in libreria per poter continuare l’avventura.


SCHEDA DEL LIBRO

Editore: Mondadori
Pagine: 649
Prezzo: 19.90€