0

Jane e la disgrazia di Lady Scargrave – Stephanie Barron

downloadJane e la disgrazia di Lady Scargrave è un libro di Stephanie Barron, primo di una serie di romanzi gialli che vedono la famosa scrittrice inglese Jane Austen al centro delle indagini.

Jane è ospite presso una sua cara amica, la bellissima e facoltosa Lady Isobel Scargrave. I festeggiamenti per il recente matrimonio della nobildonna sono presto interrotti dalla tragica morte del marito,  Lord Scargrave. Dell’improvvisa scomparsa dell’uomo, avvenuta in circostanze sospette, viene presto incolpata la stessa Lady Scargrave. Sicura dell’innocenza dell’amica, Jane inizia ad indagare, raccogliere indizi ed elaborare ipotesi che la porteranno a fare luce sulla vicenda.

Il romanzo è costruito su un’espediente letterario ideato dall’autrice. Stephanie Barron nella prefazione, si presenta come una semplice curatrice dell’opera. Racconta di essere venuta in possesso del diario e di alcune lettere della scrittrice inglese indirizzate alla sorella Cassandra, scritti durante il periodo di permanenza presso casa Scargrave. Il libro è infatti scritto sotto forma di diario ed è intervallato dalla corrispondenza epistolare di Jane con la sorella.

19401356_10213233106846992_233763099_o.png

Leggendo questo libro si ha come l’impressione di rincontrare una vecchia amica. L’autrice è stata infatti capace di scrivere un romanzo che sembra essere realmente frutto della penna di Jane Austen. Lo stile narrativo, il pensiero critico con cui la protagonista descrive le vicende e i vari personaggi, sono elementi che hanno sempre caratterizzato non solo le protagoniste femminili dei romanzi della Austen ma anche lei stessa e sono elementi che l’autrice ha saputo abilmente trasporre nel suo romanzo. L’arguzia e l’intelligenza di Jane, a volte un pò eccessivamente esaltati, saranno infatti decisi per la risoluzione del mistero che grava sulla morte di Lord Scargrave.

Jane e la disgrazia di Lady Scargrave è un vero e proprio giallo ambientato nel ‘700; non mancano infatti la suspance, i colpi di scena e perfino ritrovamenti di cadaveri. Ha tutti gli elementi per essere una lettura piacevole e mai noiosa, in compagnia di una delle più grandi scrittrici di tutti i tempi, che per la prima volta diventa lei stessa protagonista di un libro. Gli amanti della Austen non possono lasciarsi sfuggire l’occasione di tornare ancora una volta nell’elegante  e frizzante mondo, profumato di tea dei salotti inglesi del ‘700.


Scheda del libro

Titolo: Jane e la disgrazia di Lady Scargrave
Autore: Stephanie Barron
Pagine: 314
Prezzo: 12 euro
Editore: Tea

Altri libri della serie “Le indagini di Jane Austen“:

  • Jane e il mistero del reverendo
  • Jane e il segreto del medaglione
  • Jane e lo spirito del male
  • Jane e l’arcano di Penfolds Hall
  • Jane e il progioniero di Wool House
  • Jane e i fantasmi di Netley
  • Jane e l’eredità di sua signoria

 

0

E se le sorelle Bennet andassero a caccia di zombie?

Sembra l’inizio di una barzelletta invece non lo è!

Quando lessi per la prima volta il titolo di questo libro, pensai di aver avuto un’allucinazione o chissà cosa. Poi rilessi bene ed eccolo là: Orgoglio (e va bene) e Pregiudizio (e ok) e Zombie (CHE COSA?!).

65990164_wtf_gif

Tutti conoscerete il celebre romanzo di Jane Austen e l’altrettanto famoso incipit:

“È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio debba essere in cerca di moglie.”

-Orgoglio e Pregiudizio-

e poi c’è lui… la sua controparte “non morta” editata a tema:

“È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno zombie in possesso di un cervello debba essere in cerca di altro cervello.”

-Orgoglio e Pregiudizio e Zombie-

Non inserirò nessun “PERICOLO SPOILER” perchè il libro in realtà non si discosta assolutamente da quella che è la trama originale anzi, è forse l’unico libro che promette tutto già dal titolo: non troverete niente di diverso da, appunto, “Orgoglio e Pregiudizio” e dagli zombie.

Le sorelle Bennet sono sempre 5, vivono sempre nell’Heartfordshire, alla morte del padre dovranno comunque cedere la loro casa al cugino parroco noto come Signor Collins e la loro esistenza sarà comunque scombussolata dall’arrivo del Signor Darcy e del Signor Bingley.

Dove si trova la differenza? Semplice: la Gran Bretagna è invasa dagli zombie e le allegre sorelle sono state addestrate in Cina alle arti del combattimento mortale.
E già da qui, non si può non amare il trash che vagamente aleggia nell’aria.

DSC_0001

Daryl Dixon di “The Walking Dead” visibilmente provato dalla vista del libro.

Se vogliamo poi aggiungere che uno dei più importanti temi di conversazione e dibattito tra personaggi in tutto il libro sia la sostanziale differenza tra l’addestramento mortale ricevuto in Giappone e quello invece che si può ricevere in Cina, bhè… non ne usciamo più.

Il libro risulta scorrevole e riprende INASPETTATAMENTE parecchi dialoghi e battute del romanzo originale. Tralasciando le trashate, sembra quasi una rilettura, in quanto, come detto precedentemente, non c’è niente di più di “Orgoglio e Pregiudizio” e di qualche zombie random piazzato qua e là.

Gli zombie del libro sono umani che sono stati colpiti da un’infezione o sono stati morsi e si trasformano man mano, anche piuttosto lentamente, rimanendo però abbastanza coscienti. Per dire, alcuni di questi parlano mentre sono già in decomposizione…

Ma coroniamo il sogno di ogni adoratore del genere! So che molti speravano in questo ed eccovi accontentati:

pregiudizio_zombie

Ebbene si! Esiste una trasposizione cinematografica di questa grandissima opera! *_*

Ma qui limiterò il sarcasmo e vi annuncerò che il film è anche piuttosto piacevole…

Dopo una lettura tremenda come quella non mi aspettavo di certo un film peggiore e infatti mi sono ritrovata davanti ad un film breve e simpatico. Insomma, mentre lo guardi non stai li a pensare a come Jane Austen si stia rivoltando nella tomba.

ppz-06

Elizabeth Bennet e le sue sorelle in una scena del film.

Il cast è anche piuttosto conosciuto e penso che la scelta sia stata studiata a tavolino per rendere più appetibile il film ai botteghini. Elizabeth Bennet è interpretata da Lily James, conosciuta ormai al pubblico come la nuova Cenerentola della Disney. Il ruolo di Mr. Bingley è stato affidato al belloccio Douglas Booth (Romeo e Giulietta, Noah, Posh), mentre il caro cugino Mr. Collins è interpretato dal fenomenale Matt Smith che nel mio cuore sarà sempre l’Undicesimo Dottore di Doctor Who.

tumblr_moo0h4FVEm1spm3w2o1_500

In sostanza, è una di quelle rare volte in cui faccio passare il film ma il libro lo boccio. Volevo salvarlo, giuro, ma no. DECISAMENTE NO.

Ma almeno mi ha fatto spuntare la sfida del libro con gli zombie dalla Challenge 😛

Alla prossima, spero con un libro meno ignorante…

tumblr_o0xkyeqpCR1qb15ujo2_500

Mr. Darcy ed Elizabeth Bennet.