20

Blogtour Iron Flowers – Identikit dei personaggi

Untitled design(3)

Ed eccoci qui alla seconda tappa del blogtour del romanzo Iron Flowers di Tracy Banghart, un bellissimo romanzo per chi ama il fantasy, la distopia e le donne forti!

Oggi andremo a vedere i personaggi più importanti, e più intriganti, di questa storia! Vi ricordiamo di seguire tutte le tappe del blogtour: in palio, due bellissimi premi!

Untitled  design(2).png

***

Identikit dei personaggi

adelaide-kane-906550l
Nome: Nomi

Dove si trova: Bellacqua

Caratteristiche fisiche: occhi color ambra, capelli castani

Ruolo: sorella di Serina, e sua ancella

Tratti caratteriali: ribelle, irriverente, le regole le stanno strette. Sempre molto allegra, ambiziosa.

Ha sempre desiderato essere un ragazzo, come suo fratello gemello Renzo, per poter fare tutto quello che alle donne è precluso, come leggere (che lei, in realtà, ha imparato a fare lo stesso). Non sa tenere a freno la lingua, odia le repressioni e, in generale, non fa mai quello che gli si dice di fare.
I ragazzi, in genere, non le interessano, come non le interessa trovare uno sposo, che in ogni caso non potrebbe scegliere da sé. Fare l’ancella per sua sorella, nel caso lei fosse scelta come Grazia, sarebbe l’unico modo per conservare un po’ della sua libertà. Anche se lei sa bene che non potrà mai essere libera come vorrebbe, che le donne non potranno mai esserlo: farebbe di tutto per poter cambiare lo stato delle cose.

***

serina

Nome: Serina

Dove si trova: Bellacqua

Caratteristiche fisiche: capelli color nocciola lunghi fino alla vita, occhi castano scuro, pelle perfetta

Ruolo: sorella di Nomi, aspirante Grazia

Tratti caratteriali:  posata, ubbidiente, misurata nelle parole e nei gesti.

Ha imparato che compiacere gli altri e accondiscendere gli uomini è l’unico modo per sopravvivere. Il suo obiettivo è diventare una Grazia, per poter avere una vita più facile per sé, ma soprattutto per la propria famiglia. Sa bene che Nomi, sua sorella, è una ribelle che spesso tende a mettersi nei guai, ed è molto preoccupata per lei e cerca sempre di proteggerla. È anche per questo che vuole diventare una Grazia, così da portare con sé sua sorella come ancella, e tenerla d’occhio affinché sia al sicuro.

***

nick-bateman
Nome:
Malachi

Dove si trova: Bellacqua

Caratteristiche fisiche: occhi scuri, capelli corti castani, labbra carnose, avvenente e muscoloso.

Ruolo: Erede, figlio del Supremo

Tratti caratteriali: È arrogante, severo, pretenzioso

Essendo il figlio del Supremo, è abituato ad avere tutto quello che vuole. Non si aspetta che qualcuno gli resista o gli si opponga, specie per quanto riguarda le donne. Nel momento in cui trova qualcuno che non lo accondiscende, la prende come una sfida personale.

***

HD-Ben-Barnes-Wallpapers-01


Nome:
Asa

Dove si trova: Bellacqua

Caratteristiche fisiche: capelli scuri più lunghi del fratello e arruffati, occhi scuri

Ruolo: fratello di Malachi

Tratti caratteriali: tende a defilarsi, in realtà è molto divertente ed è un attento osservatore

È abituato a vivere nell’ombra del fratello. Al tempo stesso, il suo ruolo gli sta stretto, vuole evadere e odia le ingiustizie. È anche molto competitivo, adora le sfide, e ha un buon senso dell’umorismo. A volte vorrebbe fuggire dalla propria vita, e pensa che il regno del padre e del fratello abbia molti aspetti sbagliati e ingiusti.

***

00acc6c964240db1c01c04f3232368dd
Nome: Valentino (Val)

Dove si trova: Monte Rovina

Caratteristiche fisiche: abbronzato, occhi chiari, capelli scuri

Ruolo: guardia di Monte Rovina

Tratti caratteriali: è misterioso, in realtà molto buono e disponibile

È giunto fino a Monte Rovina per salvare una persona cara. Non essendoci riuscito, si arrovella per la sua colpa e cerca di convincere le ragazze a non buttarsi giù dalla scogliera, come in realtà avrebbe voglia di fare lui stesso nei momenti di sconforto.

***

Per poter vincere le due copie in brossura del romanzo dovete seguire queste semplici regole:

• Iscrivervi sul blog.
• Commentare in maniera sensata, lasciando inoltre una mail di riferimento, tutte le quattro tappe del Blogtour (trovate i link delle altre tre in fondo).
• Seguirmi su Instagram (@leggendoabari) o su Facebook qualora non possediate un profilo ig (iRead la tana del lettore).

Segui le altre tappe:

Sweetbook.it

Sproloqui di Deb

Living among the book

Annunci
0

At world’s end: Wanted pirates di Sabrina Pennacchio

caliko jack

La figura del pirata, nel nostro immaginario, è dipinta come avventurosa, affascinante ma, anche e soprattutto, pericolosa. Rimaniamo ammaliati dalla vita libera e sregolata che questi uomini conducevano, in balia delle onde del mare, su grandi navi, tra la ricerca di un tesoro e la razzia di una nave mercantile. Spesso ignoriamo quanto i pirati siano stati, e sono ancora in certe parti del mondo, dei combattenti, ladri, spesso assassini, senza rispetto per le regole e senza cuore.

 

È più o meno quello che fa anche la protagonista del romanzo che ho da poco finito di leggere: At world’s end: Wanted pirates di Sabrina Pennacchio.

Marina Charlotte Surcouf è una ragazza perbene, in procinto di tornare alla sua dimora dopo anni passati a studiare all’estero, e, soprattutto, in procinto di sposare il suo promesso sposo, nonché amico d’infanzia, Jean Read. Nutre dentro di sé, però, una malsana curiosità per i pirati e per la loro vita avventurosa. Senza sapere che, a breve, conoscerà uno dei pirati più temibili e misteriosi che ci siano in circolazione: Calico Jack.

 

giphy.gif

Le vicende di questo romanzo, che si dipanano nel lontano XVIII secolo, hanno il gusto dell’avventura, delle battaglie che fanno trattenere il fiato, ma anche dei pericoli che la vita per mare può comportare: Marina, infatti, si ritrova a far fronte alla vita da “pirata” a tutto tondo, con i suoi pericoli, rappresentati soprattutto dagli altri pirati e… da Calico Jack. Un pirata che nasconde un segreto, che sa mostrare un sorriso truce ma anche compassione, e che mostrerà i suoi lati peggiori, spesso nascondendo ciò che di meglio ha dentro di sé.

Jean Read, il promesso sposo, e il padre di Marina, dal canto loro, faranno di tutto per salvarla, ma mettersi contro i pirati, si sa, non è mai facile.

 

giphy (1).gif

Il romanzo di Sabrina Pennacchio è una grande avventura ben scritta, densa di particolari. Ogni capitolo ti lascia con un punto interrogativo, spingendoti a continuare la lettura. I due uomini tra cui Marina si trova sospesa, Calico Jack e Jean Read, sono molto diversi, ma forse entrambi condividono una fiamma dentro di loro che non li fa mai arrendere, specie quando si tratta di Marina.

Ho trovato la lettura molto piacevole e particolare. Il personaggio di Marina subisce sicuramente un cambiamento dall’inizio del romanzo alla fine, in qualche modo cresce, e ciò la porta a compiere la scelta decisiva. La scelta che, personalmente, trovo più giusta.

Tra battaglie e segreti di famiglia, At world’s end. Wanted pirates si rivela essere un romanzo per nulla banale e una lettura avventurosa.

E ora, tutti all’arrembaggio!

 

SCHEDA DEL LIBRO

Editore: Writerseditor

Prezzo: 15,00 euro

Pagine: 272

0

La signora della morte di Terry Goodkind

goodDi streghe ce ne sono tante, e nella mia vita da amante del genere fantasy ho letto di streghe di ogni tipo. Ma mai avevo incontrato, tra le pagine di un libro, una strega così forte, bella e temibile come Nicci, la protagonista di La signora della morte di Terry Goodkind, primo libro di una trilogia tutta dedicata a questa figura femminile che non deve mai chiedere per farsi rispettare.
Il romanzo è il primo di una trilogia, sì, ma il mondo in cui è ambientata questa storia fantasy vecchio stile è comune a quello di una lunghissima saga scritta dallo scrittore, e che sicuramente i lettori più fedeli del genere conosceranno, visto che ne è stata tratta anche una, seppur breve, serie tv: sto parlando della saga La spada della verità.
Nonostante, appunto, questo libro sia l’inizio di una nuova avventura, il mondo magico in cui le vicende si srotolano è lo stesso, ricco di un passato intricato che è possibile esplorare con gli altri volumi.
La storia è molto “classica”, e Nicci, una strega potente, bellissima e spietata, ma, ormai, volta al bene, si ritroverà a intraprendere un viaggio con due accompagnatori particolari. Durante il proseguimento di questo viaggio, non mancheranno di incappare in vari ostacoli e difficoltà magiche da risolvere: perché il mondo ha da poco mutato le sue leggi, la magia è cambiata e le profezie sono scomparse. Nonostante ciò, proprio una profezia indica Nicci e Nathan, uno dei suoi accompagnatori, ex profeta e mago che ha perso il controllo della sua magia, come il fulcro di un cambiamento più netto e, addirittura, della salvezza del mondo.
Lo stile dello scrittore è carico di descrizioni, ricco di spessore, e a tratti può risultare lento, come i grandi e vecchi fantasy più classici, ma non per questo la lettura non procede con facilità e, anzi, risulta molto piacevole. I dettagli più macabri e sconveniente non vengono tralasciati, e spesso viene utilizzato un linguaggio secco che non lascia spazio all’immaginazione. Le tematiche trattate sono, tra le più importanti, la subordinazione tra più forte e più debole, ma anche tra uomo e donna: Nicci stessa si è ritrovata e si ritrova tuttora a dover fare i conti con le discriminazioni verso il genere femminile e la violenza. Inoltre, importante è la tematica della magia come potere ma anche come fardello e responsabilità.
Un’altra caratteristica molto apprezzabile della scrittura di Terry Goodkind è che spesso mostra il punto di vista di più personaggi, e non solo dei protagonisti; abbiamo scorci di pensieri, riusciamo a comprendere e a venire a conoscenza delle intenzioni persino dei nemici di Nicci e della sua compagnia, degli esseri più immondi e dei mascalzoni più vili. Nonostante siano, spesso, personaggi secondari che portano solo grane, è bella l’intenzione dell’autore di portare il lettore nella mente anche degli avversari minori, e non solo di quelli importanti, come se, appunto, il pensiero di tutti i pezzi della scacchiera della storia sia importante.
La strega della morte è un libro colosso, perché porta su di sé il peso di continuare le vicende in un mondo già ben costruito, che vive da sé nelle prime saghe dello scrittore ma che, nonostante ciò, ha ancora tanto da dare, tanto da raccontare.

SCHEDA DEL LIBRO

Editore: Newton Compton Editori
Pagine: 572
Prezzo: 14.90€

1

Il Mago – Lev Grossman

mago.jpg

Cosa succederebbe se nel nostro mondo, spesso grigio e triste, esistesse la magia? E se esistesse una scuola per maghi? No, non parlo di una scuola come quella di Harry Potter. Ma più come un’università, dove spesso non tutto è rose e fiori…

giphy (3)

È ormai da un paio d’anni che va in onda, in America, la serie tv The Magicians, tratta da questo romanzo, che parla di Quentin, un ragazzo molto intelligente e dotato, ma che si trova male nel mondo reale e preferisce sfuggirvi, tramite la lettura di libri fantasy. E che scopre, quando viene invitato alla scuola di magia di Brakebills, che si trova male nel mondo reale perché lui fa parte di un altro mondo, più entusiasmante, ma anche denso di pericoli.

giphy (4).gif

Il libro, abbastanza diverso dalla serie tv, è molto riflessivo, inizia con una nota grigia che è in linea con lo stato d’animo del protagonista: Quentin è un personaggio atipico, psicologicamente complesso e depresso, che non si vergogna di ammettere a se stesso le sue parti e pensieri più oscuri. L’ammissione alla scuola di Brakebills arriva come un’ancora che lo salva da un baratro, una fuga verso il “senso”.

Quentin, infatti, può risultare essere un protagonista difficile, a causa del suo mal di vivere, del suo bisogno costante di un motivo che dia una svolta e un senso alla sua vita, e la sua tendenza innata a rovinare tutto ciò che possiede a causa del suo senso di insoddisfazione. Nonostante entri in contatto con numerosi e interessanti personaggi, resta sempre lui il centro di tutto.

Questo libro non è il classico fantasy: certo, vi è la magia, vi sono cose ed eventi straordinari. Ma va oltre. Tratta di temi come l’infelicità, l’emarginazione, la competizione, il sentirsi superiori alla massa, ma soli.

giphy (5).gif

La magia, poi, è caratterizzata come se fosse una scienza misteriosa, cosa che rende il tutto più reale, ma anche più inquietante.

Sicuramente, questo libro è un approfondimento godibile, specie psicologico, e fondamentale per gli amanti della serie tv, ma presenta alcune lacune e risulta lento e confuso in certi punti. Rimane, comunque, un bel libro da leggere, specie per gli amanti dell’introspezione e per chi cerca un fantasy diverso, con un protagonista atipico e più simile alle parti più oscure di noi stessi.

 

SCHEDA DEL LIBRO

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Pagine: 430
Prezzo: 14,00 euro

0

Il colore della magia – Terry Pratchett

colore.jpg

Chi abbia mai letto un libro di Terry Pratchett conosce il suo fantasy peculiare, dall’umorismo pungente, e non vede l’ora di tornare, di romanzo in romanzo, nuovamente ad Ankh-Morpork, nel Mondo Disco: un luogo al confine della magia, dove la terra è piatta e posa sul dorso di A’Tuin, un’enorme testuggine che nuota lentamente nel golfo interstellare.

Il colore della magia è il primissimo romanzo che ha dato il via a questa saga senza limiti e confini, dove Terry Pratchett ambientò una serie di personaggi e creature fantastiche, ma, al tempo stesso, buffe e dai tratti peculiari. Che comunque si sposano bene e rispecchiano magnificamente la psicologia di persone che, durante la lettura, ci sembra di vedere in carne e ossa davanti agli occhi e con cui possiamo facilmente immedesimarci.

Il Mondo Disco è un posto dove si possono incontrare personaggi bizzarri: maghi inetti, eroi grossolani, ladri scapestrati e assassini vanitosi, e persino Morte in persona, che certe volte fatica a star dietro alla sua prossima vittima.

giphy (1)

In questo mondo fantastico, il nostro protagonista, Scuotivento, un mago non particolarmente dotato, si trova a fare da guida a un forestiero che sembra sprigionare magia e ricchezze da ogni poro: che fine farebbe, in una terra piena di mascalzoni, questa innocente creatura di un altro mondo? Ma la vera protagonista della storia è pur sempre la magia, che ha quasi forma, volontà e, soprattutto, un colore particolare.

giphy

Tra fughe, missioni impossibili, giochi pericolosi e inganni, i nostri due improbabili protagonisti si ritrovano ad affrontare un’avventura, sotto le mosse di Dei capricciosi, sognando sempre un mondo “diverso”, terribilmente simile al nostro.

Ogni libro di questo autore, purtroppo scomparso ormai da qualche anno, è un viaggio al limite dell’immaginazione, ma è anche una riflessione sulla vita, sulla morte, sull’inettitudine, sul bene e sul male. Sempre una garanzia, che non delude mai.

giphy (2)

 

SCHEDA DEL LIBRO

Editore: Salani
Pagine: 206
Prezzo: 13,90 euro 

0

Van Helsing – Gianmario Mattei

[…] Infine, a questi due casi estremi, si accompagna una terza stirpe di uomini, di numero esiguo, a cui è stato concesso il dono di operare sia il bene attraverso il male, che il male attraverso il bene. Le loro sorti non sono gestite dal Fato, bensì direttamente dalla Divina Potestate, la quale si serve di questi suoi eletti agenti per perseverare in Terra l’equilibrio tra le forze antiche e antitetiche che lo animano. E alcuni di questi adempiono il loro compito con una tale perfezione, da far sì che l’onnisciente occhio di Dio si posi sulla loro primogenitura e sulle generazioni che da essa seguiranno.

Siamo nel dicembre del 1438, esattamente il 23 dicembre 1438, quando Boudjiewin Van Helsing fa ritorno in patria ad Amsterdam a seguito di diversi anni passati in giro per il mondo, ma soprattutto in Italia, per studiare e specializzarsi nelle arti mediche. Il rientro è stato richiesto esplicitamente dal padre poiché a breve ci sarà il fidanzamento della giovane Sonja Van Helsing con un importante principe.

Ma, già nel momento in cui Boudjiewin mette piede sul suolo olandese, iniziano a succedere cose strane. Infatti, da un deposito del porto, sopraggiungono delle urla strazianti e Boudjiewin, accorrendo insieme alla folla dei curiosi e alle guardie, si ritrova davanti un macabro spettacolo: un uomo, un marinaio italiano, sta quasi per morire dissanguato ad opera di un mostro di cui si vedono solo degli occhi gialli.

Facendo prevalere allo stupore e alla paura l’uomo di scienza, Boudjiewin soccorre il marinaio ma rimane ancora più sconvolto quando l’uomo chiede di essere ucciso invece che salvato. Portato dal suo vecchio maestro Salomon per curarlo sarà invece la morte che incontrerà il marinaio poiché egli è stato infettato da un malvagio virus che sta per trasformalo in un essere abominevole: un vampiro.

Questo evento segna l’inizio di una serie di vicende a cui il giovane non riesce inizialmente a dare un senso, passando da un atteggiamento di incredulità ad un altro di quasi rassegnazione al suo destino.

Il Fato desiderava altro per me, ne divenni conscio in quegli istanti benedetti da Dioniso: un futuro fatto di solitudine nutrita da malafede e da pericoli continui.

L’essere venuto a conoscenza dell’esistenza dei vampiri stravolgerà la vita di Boudjiewin e, dopo un tragico evento che coinvolgerà tutta la sua famiglia, intraprenderà un lungo viaggio con alcuni compagni con lo scopo di liberare il mondo della piaga dei vampiri.

Van Helsing.jpeg

Gianmario Mattei, già scrittore di un’altra saga fantasy, si immerge nel mito dei vampiri e nella leggenda della famiglia da cui ogni cacciatore di vampiri discende: i Van Helsing. Mescolando sapientemente il mito, la componente fantasy ed eventi storicamente accertati, ci regala un romanzo avvincente e ben scritto.

La narrazione è fluida e scorrevole, i salti temporali gestiti al meglio anche grazie all’espediente del racconto tramite diario. Punto di merito alla giovane casa editrice che ha puntato su un cavallo che, almeno alla partenza, sembra essere di quelli vincenti. Attenderò con ansia la pubblicazione del seguito poiché questo era solo un piccolo, ma avvincente, assaggio.

Se non mi fossi sottoposto a tali forzature, sarebbe restata estranea ed incomprensibile alla mia mente la volontà del Fato, del Destino, di Dio o di qualsiasi altro nome si voglia dare a tale potenza che decise di rendermi attore della serie di intricate azioni che avvennero tra la realtà del mondo visibile e quello celato agli uomini. Ovvero, che noi Van Helsing e la nostra futura genia, dovremo ergerci a difesa dei nostri simili dai mali che dimorano nelle tenebre di questo mondo, ovunque questi si manifesteranno.


SCHEDA DEL LIBRO

Editore: Edizioni 2000Diciassette
Pagine: 237
Prezzo: €16.00

0

La ladra di neve di Danielle Paige

neveSnow è una ragazza molto particolare, questo non solo perché da piccola ha cercato di attraversare uno specchio, frammentandolo in mille pezzi, procurando a se stessa e a una sua amica delle cicatrici che le accompagneranno per tutta la vita. E neanche perché è cresciuta, da quel momento, in un istituto per ragazzi con problemi mentali. Nemmeno perché l’unico ragazzo con cui abbia avuto un rapporto di amicizia, e poi d’amore, sia misteriosamente diventato muto dal giorno in cui si sono scambiati un bacio.

Snow è particolare perché in lei c’è molto di più, e le sue peculiarità, sedate dagli psicofarmaci, non tarderanno a riemergere, specie quando un ragazzo compare proprio in uno specchio, chiedendole di seguirlo…

giphy (3)

La storia di Snow è densa di magia e segreti, porta il lettore a varcare il confine tra realtà e fantasia, per scoprire un nuovo mondo popolato da creature fatate, streghe e un re non proprio giusto…

La lettura inizia in modo spedito e interessante, catturando il lettore con i trascorsi di questa giovane ragazza, alle prese con la difficile vita all’interno di quello che è un manicomio, claustrofobico e deprimente. Pian piano il lettore viene accompagnato a scoprire i segreti sulle vere origini di Snow, il suo percorso di crescita e, soprattutto, i suoi veri poteri.

giphy (1).gif

I personaggi che interagiscono con Snow sono bizzarri, molte volte un po’ controversi, spesso in lotta con se stessi.

Il romanzo è scorrevole, adatto per un pubblico molto giovane. Nonostante la prosa godibile, non emerge per originalità o per uno stile narrativo particolarmente coinvolgente. Belle, però, le ambientazioni e i colori che emergono dall’avventura di Snow e del suo potere di ghiaccio.

Un fantasy tradizionale che non deluderà i lettori alle prime armi.

 

SCHEDA DEL LIBRO:

Editore: DeAgostini
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 321