0

Prendiluna – Stefano Benni

9788807032400_quartaStefano Benni è uno dei pochi autori italiani che ti spingono a entrare in libreria, chiedere l’ultimo suo romanzo e comprarlo senza neanche prendersi il disturbo di leggere la trama. Questo perché lui ha la capacità assoluta di saper raccontare qualsiasi storia con ironia e la giusta dose di follia che ti farebbe apprezzare tutto, anche il bugiardino dell’Oki.”vide per la prima volta la luna piena e la sorpresero mentre saltava e gridava perché voleva afferrarla e tirarla giù. Fu così che era nato il suo soprannome, Prendiluna.”

La protagonista di questa storia è un’anziana maestra.

Già dalle prime pagine sai che tra te e lei scatterà il colpo di fulmine: te ne innamori subito. Le viene affidata una missione dal suo gatto/fantasma Ariel. Angelo o allucinazione? Ariel le dice che la fine del mondo è vicina e che per evitare l’arrivo dell’apocalisse dovrà consegnare i Diecimici (che sono, effettivamente, dieci gatti) a dieci Giusti. Prendiluna ha pochi giorni per farlo, per trovare dieci persone degne. Parallelamente alle avventure della vecchia signora, leggeremo le vicende di altri due protagonisti d’eccezione: Dolcino e Michele

Questi due improbabili eroi fuggono dal manicomio nel quale sono rinchiusi perché devono cercare Dio e…picchiarlo. Già. L’impresa blasfema dei due è proprio quella di trovarle l’Onnipotente per dirgliene quattro visto che, nel mondo, ci sono troppe cose che vanno male e lui sembra non interessarsene.

Inutile dire che questi sono solo alcuni degli strani personaggi che incontreremo in questa storia. Tutti, dal più buono al più cattivo riusciranno a strapparti una risata o una riflessione.

Non posso dire che questo sia il libro più riuscito di Benni e, durante la lettura, non ho potuto neanche evitare di pensare che ci siano delle parti confusionarie tipiche di questo scrittore che, per le stesse ragioni, non mi hanno fatto apprezzare in toto alcuni suoi libri. Se avete amato “La compagnia dei Celestini” troverete in questa avventura le medesime dinamiche, lo stesso modo di proporre al lettore situazioni assurde che però rispecchiano perfettamente i fallimenti della società in cui viviamo. Incontriamo “haters” del web, stampa corrotta, persone intossicate dagli smartphone.

Però Benni non si perde d’animo, ci mostra anche la parte bella, quella in cui nel peggior cattivo si nasconde in realtà l’ultimo dei giusti; ci fa vedere che la lealtà esiste, anche tra le pareti di un manicomio.

E poi ci fa ridere, sempre:  “E quelle serie americane? Ma vi sembra possibile che da un pelo del culo in mano alla vittima riescano a capire che l’assassino è un trentenne bianco scapolo bisex collezionista di caramelle succhiate con il padre che lo picchiava? E questi serial killer quanti sono? Potrebbero fare un sindacato. Ed è possibile che non ammazzino mai uno e basta, devono tagliuzzarlo, estrargli gli incisivi, asportargli il duodeno, infilargli una bibbia in gola? E poi cos’è questa mania di sporcare i muri con le scritte di sangue? A me in vent’anni nessuno ha mai scritto un messaggio organico su un muro, solo una volta GARBUGLIO CORNUTO, ma era il mio vicino di casa con un pennarello. E come mai i delinquenti che becco io non citano Dante e Blake, ma leggono Tex?

E naturalmente non mancano mai, come in tutti i suoi libri, le parti in cui ti sale un brivido lungo la spina dorsale. Emozionarsi, con i suoi libri, è un marchio di fabbrica:

Un pallone vero ce l’hanno in tanti, ma solo i bambini e pochi altri sanno trovare il Pallone Invisibile. Con il Pallone Invisibile puoi giocare tutto il tempo che desideri e in ogni posto che vuoi, un grande prato o un corridoio di ospedale. Se impari a giocare col pallone vero puoi diventare un campione, ma se sai giocare col Pallone Invisibile sei quello che vuoi tu, sei tutti i campioni che ci sono al mondo.

SCHEDA LIBRO

Autore: Stefano Benni
Titolo: Prendiluna
Pagine: 224
Editore: Feltrinelli
Prezzo: 16.50€

(In collaborazione con Thrillernord)

0

Nerve di Jeanne Ryan

nervessI social network sono ormai parte integrante della nostra vita. Sono un mezzo per entrare in contatto con gli altri, ma anche per sbirciare le loro vite, e alcuni li sfruttano per farsi mostra di sé. A volte possono essere trasformati in una finestra costante sulla propria vita, come in un reality show.

È su questi presupposti che si basa il gioco Nerve, di cui si racconta nell’omonimo libro di Jeanne Ryan: si tratta di un gioco a cui chiunque può far parte, un reality che si basa su delle missioni, con vari gradi di difficoltà, che i partecipanti devono effettuare, mentre vengono ripresi da una videocamera. Il video finisce sul web, ed è poi pronto a essere visto dal mondo. Ma perché qualcuno dovrebbe essere spinto a mettersi in ridicolo o in situazioni pericolose per uno stupido reality? In cambio di premi studiati su misura per te e in cambio di fama, ovviamente.

È in questa “trappola” che cade la protagonista di questo romanzo, Vee, una ragazza tranquilla, non troppo appariscente, quasi “invisibile” agli occhi degli altri. Dopo l’ennesima delusione, decide di partecipare a una delle missioni del gioco, tanto per distrarsi, o meglio, per guadagnarsi un po’ di quelle attenzioni che spesso le vengono negate.

Ed è così che si ritrova coinvolta in un circolo vizioso che la spinge a dare sempre di più, a rischiare sempre di più, quasi senza che lei se ne renda conto; durante questo percorso malato, le verrà assegnato un partner, Ian, con cui nasce subito una complicità. Ma Ian sarà davvero il ragazzo fantastico che sembra essere?

È stata una lettura frenetica, coinvolgente, frizzante, ma, al tempo stesso, inquietante: è molto disturbante scoprire quanto un gioco possa controllare delle vite, come possa circuire il volere delle persone, utilizzando la fama e quello che vogliono di più, finché i partecipanti si riducono a essere solo pedine, alla completa mercé degli organizzatori del gioco. Mi aspettavo un finale ancor più scoppiettante, ma devo dire che il libro non ha affatto deluso le mie aspettative. Nonostante sia leggero da leggere, pone il lettore davanti a una riflessione su cosa rappresentano per noi i social network, su cosa saremmo capaci di fare per il successo, per le views, e come sia pericoloso un mondo in cui la privacy è solo un miraggio. E si può essere il bersaglio di chiunque.

SCHEDA DEL LIBRO

Titolo: Nerve
Autore: Jeanne Ryan
Editore: Newton Compton
Prezzo: 10,00 €
Pagine: 249

1

Presentazione “Wolfheart” Alessia Coppola

19198581_2144618312253284_926634706_n

Sabato 10 giugno 2017 io (Lydia), Sabrina, Daniela e Sara abbiamo assistito alla presentazione di “Wolfheart – La ragazza lupo” di Alessia Coppola al BGeek a Bari, diretta da Paolo Pugliese. E’ stata un’ottima occasione per reincontrare la scrittrice dopo la presentazione della serie “Alice from wonderland”  dello scorso anno. La presentazione è durata circa una mezz’oretta, ma ci ha conquistate (tanto è vero che, subito dopo, io e Sabrina siamo corse a comprare una copia del libro in anteprima; ricordiamo, infatti, che il libro sarà disponibile da ottobre 2017). Alessia ha creato delle nuove creature sovrannaturali per questo romanzo, i totemki, che hanno dentro di sé lo spirito di un animale; nel caso di Aylena, il totemki è rappresentato dallo spirito del lupo. A causa di una maledizione, vive durante il giorno come un lupo, durante la notte, invece, sotto la forma di essere umano (mi ha ricordato un po’ Ladyhawke :D). Per liberarsi della maledizione deve compiere un viaggio sia geografico che storico, dal momento che attraversa le epoche e l’Europa. E’ stato bello scoprire come Alessia abbia creato questo personaggio, inserendo le caratteristiche di coraggio che vorrebbe possedere lei. Attraverso un percorso tra streghe, creature fantastiche e cacciatori, Aylena cercherà di liberarsi dalla sua maledizione. 

19239880_2144618378919944_1500680576_n

E’ stato bello scoprire cosa c’è di lei nei personaggi nati dalla sua creatività, il fatto che nel mondo di Alice le assomigliassero molto il Cappellaio e il Brucaliffo, che Alice avesse di lei il desiderio di trovarsi e la curiosità. In Aylena, invece, c’è il desiderio di riscatto nei confronti della vita, il desiderio di avere coraggio: è una sorta di personaggio specchio che ha influenzato Alessia nelle sue scelte. Infatti, durante la chiacchierata, è venuto fuori che questo è stato il primo romanzo che lei ha scritto all’età di 20 anni, ed era di mole maggiore rispetto alle 320 pp. odierne. 

Un momento commovente è stato quando, dal pubblico, è stata fatta la domanda ad Alessia su come fosse nata la  passione per la scrittura, quando si è resa conto che la carta e l’inchiostro la chiamavano; la risposta è stato un riferimento all’infanzia e al desiderio di suscitare emozioni positive negli altri dopo averle viste negli occhi della madre mentre apriva un libro. Per un attimo mi è scesa una lacrimuccia!

Nel momento finale foto con Alessia e il libro *-*

19206503_2143165032398612_370094237_n

Ciao, ragazzi! Proprio come ha già detto Lydia, ho partecipato anch’io alla presentazione di Alessia Coppola (sì, sono Sabrina, quella vestita da dark nella foto!). Che dire? Che aggiungere rispetto a quello che ha già detto Lydia?

Si è trattata di una bellissima esperienza, proprio come l’anno scorso, vissuta insieme ad alcune delle ragazze di Leggendo a Bari e soprattutto, di nuovo con Lydia! Con l’autrice Alessia Coppola si è instaurato un bel rapporto, ed è stato bello ritrovarla e chiacchierare con lei rispetto alla passione della scrittura!

Alessia sa sempre come catturare i suoi lettori con romanzi particolari, personaggi combattuti e, stavolta, Aylena possiede dentro di sé un’oscurità molto profonda, rendendolo un personaggio diverso dagli altri creati dall’autrice. Sono troppo curiosa di leggere le sue avventure! 

 

20170611_220129

La dedicuccia che mi ha lasciato *^*

A parte il racconto di come Alessia abbia scoperto la sua passione per la scrittura, mi ha molto colpito l’aspetto di oscurità della protagonista, il fatto che sia molto forte, almeno all’apparenza. E poi, Alessia ci ha anticipato che forse ci sarà un amore… abbastanza combattuto! Mi aveva già conquistato così!

Chissà, magari l’anno prossimo Alessia tornerà al Bgeek per presentarci il suo sequel!

 

0

Time Deal – Leonardo Patrignani

sss

Chi di noi non vorrebbe vivere per sempre?

Chiunque potrebbe dire di desiderarlo: il sogno dell’eterna giovinezza, del resto, è roba vecchia, trita e ritrita, ma provoca ancora occhi sognanti. Ma se questa possibilità diventasse reale? Ci pensereste due volte?

Questi sono solo alcuni dei quesiti che i personaggi di Time Deal, il nuovo romanzo di Leonardo Patrignani, si pongono.

In un mondo ridotto all’osso dai conflitti nucleari, la vita si è fatta estremamente difficile a causa delle cattive condizioni in cui versa la terra. I soli sopravvissuti vivono ad Aurora, l’unico luogo della terra che sembra essere abitabile. Nonostante ciò, nulla ha impedito alla scienza e alla tecnologia di progredire così tanto da giungere alla formula dell’eterna giovinezza: il Time Deal, un farmaco che è divenuto così importante e diffuso, da rendere la sua casa farmaceutica una potenza tale da permetterle di creare attorno alla sua scoperta quasi un credo religioso, un modo di pensare, un codice di comportamento, una politica.

giphy (5)

Questo nuovo romanzo distopico mette il lettore davanti a numerosi quesiti morali: è giusto voler vivere per sempre, a costo di sottomettersi? È giusto ignorare i problemi reali, per vivere nella giovinezza fittizia?

Sono gli stessi quesiti morali che si pone il protagonista Julian e il suo amico Stan, entrambi immersi in questo mondo e in questa società succube e spezzata, bersaglio facile per chi vuole manipolare gli altri tramite il fascino, la promessa di una bellezza e una vita inesauribili. Ma cosa c’è sotto?

Julian è un protagonista che si fa mille domande, mette in dubbio tutto e soprattutto combatte: combatte per la sua sorellina Sara, combatte per la sua ragazza Aileen, costretta dai genitori a sottomettersi alla società corrente; ma, soprattutto, combatte per la verità e per la libertà. È un protagonista a cui stare a guardare non basta.

Accompagnato dalla scrittura scorrevole dell’autore, il lettore intraprenderà un viaggio verso la verità più scomoda assieme a Julian e alle persone a lui più care, scoprirà che le ingiustizie non mancano nemmeno in un mondo “perfetto”.

giphy (7)

Time Deal è stata una lettura illuminante, carica di significati, approfondita in tutti i suoi aspetti. Induce alla riflessione sulla natura umana, sulla sua facilità di manipolazione e, assieme, su quali potrebbero essere le conseguenze di un progresso scientifico e tecnologico che sembra inarrestabile. Narra di un futuro non poi così lontano, dove uno dei peggiori incubi dell’umanità si è realizzato: ma questo non vuol dire che non bisogna continuare a combattere.

 

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: Time Deal
Autore: Leonardo Patrignani
Pagine: 475
Prezzo: 14,90
Editore: DeA