1

The Kissing Booth – Beth Reekles, tra pagine e pellicola…

Forse è un periodo in cui ho bisogno di storie leggere e che mi ricordano vagamente gli anni d’oro di High School Musical, fatto sta che questo libro (e questo film :P) mi hanno travolta. Sono incappata in questo titolo mentre spulciavo la lista di film di Netflix in cerca di qualcosa da guardare ed eccolo qua, un film leggero e simpatico al momento giusto.

BETH-REEKLES-banner-800x445
The Kissing Booth è la storia di ragazzi di liceo alle prese con le prime storie d’amore. La protagonista si chiama Elle ed è una ragazza giovanissima che passa il suo tempo insieme al suo migliore amico Lee, con cui condivide data e ospedale di nascita. Elle è innamorata da anni del fratello di Lee, Noah, ma cerca di nasconderlo per evitare situazioni scomode con il suo amico o con suo padre, che non accetta il ragazzo in quanto abituè delle risse a scuola. Durante la fiera della scuola, Lee ed Elle decidono di organizzare una “Kissing Booth” ovvero uno stand in cui pagando 2 dollari, si può baciare un ragazzo o una ragazza dello staff. Per una serie di casualità però, Elle si ritrova ad essere parte dello “staff” dello stand e a dover baciare qualcuno dando così il suo primo bacio ad un “estraneo”…

tumblr_p8v8yc12ZO1xph9fxo1_500

Simpatico e scorrevole, la lettura va veloce e il lettore resta incollato alle vicende di Elle e Lee, protagonisti di un’amicizia che non tutti reputano forse possibile nella realtà.
Elle è la ragazza un po’ impacciata in cui ci siamo riviste tutte almeno una volta nella vita, Noah il bello e impossibile che guardi di sfuggita a scuola e Lee l’amico di sempre che mette da parte la propria ragazza se a lei non va a genio la sua migliore amica.

original
Ve lo consiglio se avete bisogno di staccare momentaneamente da trame pesanti e articolate e lo vedo perfetto da leggere sotto l’ombrellone in spiaggia! Guardatelo/leggetelo con leggerezza 🙂


SCHEDA DEL LIBRO

Editore: De Agostini
Pagine: 345
Prezzo: 15.00€

original

Annunci
0

Il Porto Proibito – Teresa Radice e Stefano Turconi

DSC_0158

“Teresa e Stefano nascono entrambi nella Grande Pianura, a metà degli anni ’70… ma s’incontrano solo nel 2004, grazie a un topo dalle orecchie a padella e a una pistola spara-ventose. Lei, per vivere, scrive storie; lui le disegna. Si piacciono subito, si sposano l’anno seguente.”

Sembra l’incipit di un romanzo, invece si tratta della simpatica biografia di Teresa Radice e Stefano Turconi inserita all’interno de Il Porto Proibito. Questa coppia di autori, duo vincente da anni, ci regala continuamente dei capolavori.
Nonostante vi abbia già parlato di Non Stancarti di Andare , l’ultimo successo del duo Radice-Turconi, oggi facciamo un passo indietro e parliamo del fumetto pubblicato nel 2015.

DSC_0159

Il protagonista è Abel, un giovane naufrago che ricorda solo il suo nome, recuperato al largo del Siam da una nave della marina Inglese durante l’estate del 1807. E’ a bordo dell’Explorer che Abel diventa buon amico del Primo Ufficiale della nave, che ricopre temporaneamente il ruolo di capitano in seguito alla scandalosa fuga del precedente capitano con il bottino dell’equipaggio.
Tornato in Inghilterra, viene accolto alla locanda del paese dalle figlie del capitano fuggiasco, che combattono contro la società per far rivalutare l’ormai infangata reputazione del padre. Abel entra subito in sintonia con le tre ragazze, ma la sua permanenza a Plymouth lo aiuterà a scoprire inquietanti retroscena del suo passato che lo aiuteranno a ritrovare la memoria perduta e a far luce sulla vera natura di alcune figure incontrate sul suo cammino…

DSC_0162

La storia è avvincente e lascia il lettore col fiato sospeso per tutta la sua lettura. Ogni personaggio è caratterizzato al meglio e si fa amare (o odiare!) in modo incondizionato dopo poche scene.

Non sono pochi poi i riferimenti a grandi autori del passato come Coleridge, Wordsworth e Blake, le cui citazioni tempestano il libro e intervallano le conversazioni tra il giovane Abel e la bella Rebecca.

I disegni sono in bianco e nero ma, nelle ultime pagine, c’è una sezione tutta a colori dedicata agli approfondimenti, ai costumi e alle navi studiate per poter realizzare Il Porto Proibito. Tavole meravigliose e dai colori sgargianti!

DSC_0160DSC_0161

In commercio sono poche ormai le classic edition di quest’opera, ma se siete fortunati, potrete trovare ancora le Artist Edition, come quella fotografata in copertina di questo articolo! Il prezzo è leggermente maggiorato ma la copertina simula al tatto un libro antico e dalla carta consunta. Un pezzo da collezione che non può mancare in libreria!


SCHEDA LIBRO

Editore: Bao Publishing
Pagine: 312
Prezzo: 21€ (classica) – 27€ (Artist)

0

Il Castello delle stelle – Alex Alice

DSC_0019

Visto che nella nostra Book Challenge 2018 abbiamo inserito la categoria “Graphic Novel”, oggi vi parlo proprio una graphic novel francese uscita ad episodi in Francia ed ora ragguppata in un omnibus contenente i volumi I e II.

Il Castello delle stelle (titolo originale: Le Chateau des etoiles) è un’opera del francese Alex Alice.

La storia abbraccia lo stile steampunk e l’astronomia e racconta le vicende della caccia all’Etere durante un 1800 astratto in cui si progettavano già viaggi nello spazio.
Il protagonista indiscusso è il giovane Sèraphin, che spinto dalla ricerca della madre scomparsa, parte alla volta della Baviera insieme al padre per un colloquio alla corte del Re Ludwig II. Qui, nei laboratori del castello di Neuschwanstein, costruiranno una aeronave pronta per partire alla volta dello spazio.

Intrisa quindi di riferimenti storici non indifferenti, la storia ci mostra personaggi realmente esisti come Sissi, cugina del Re Ludwig, e Otto Von Bismarck, il “Cancelliere di Ferro”. E non mancano anche i riferimenti architettonici infatti, come già detto, una buona parte della storia è ambientata al Castello di Neuschwanstein o “La roccaforte del Cigno”, ed è proprio il cigno, simbolo di Re Ludwig II, a dare la forma e l’ispirazione per i dettagli dell’aeronave.

neuschwanstein-inverno

Il Castello di Neuschwanstein in Baviera.

Quello che rende questa graphic novel un vero gioiello da collezione, sono le sue tavole realizzate ad acquerello. Tra galassie, pianeti e stelle, lo spettatore viaggia nello spazio e nell’Etere con lo sguardo.

DSC_0023

Il Castello di Neuschwanstein in una delle tavole del libro.

 

DSC_0024

Una galassia e il Castello in due pagine del libro.

DSC_0022

Il progetto dell’aeronave.

E sapete cosa c’è di ancora più bello? Uscirà presto un volume 3!

Spero di avervi convinti!
A presto con un’altra recensione!


SCHEDA DEL LIBRO:

Editore: Mondadori – Oscar Ink
Pagine: 160
Prezzo: € 24,00

1

Non stancarti di andare – Teresa Radice e Stefano Turconi

DSC_0003

Oggi sono qui per parlarvi dell’unico acquisto “cartaceo” fatto allo scorso Lucca Comics & Games. Le graphic novel sono un piacere per gli occhi e per la mente ma questa in particolare si è rivelata un prezioso gioiello da collezione!

Non stancarti di andare è una graphic novel scritta e disegnata dal duo composto da Teresa Radice e Stefano Turconi.
La storia è quella di Iris e Ismail, una giovane coppia che si ritrova a dover affrontare la distanza insieme a tutte le incertezze che essa comporta. Iris aspetta un bambino e attende il ritorno del suo Ismail per comunicargli la notizia, ma il viaggio di lui a Damasco si rivela un’odissea. Ismail si ritrova così bloccato in Siria a causa dei gravi disordini dovuti all’avanzata dei gruppi fondamentalisti, ma con il solo sogno di poter riabbracciare i suoi cari.

L’intera storia è costellata di personaggi bizzarri e di flashback che permettono al lettore di percorrere non solo la storia di Iris e Ismail, ma anche quella dei loro genitori e dei loro nonni.

DSC_0008

Si tratta di una storia complessa e commovente che ci rinnova la conferma di come sia possibile trasmettere tramite vignette delle emozioni così forti. Le immagini sono inoltre intervallate da lunghe lettere profonde, che Iris indirizza al piccolo che ancora deve nascere, in cui parla di quello che sta passando e di come sarà il mondo lì fuori.

“Non stancarti di andare” è stata pubblicata quest’anno e in concomitanza con il Lucca Comics & Games 2017, la Bao Publishing ha stampato una edizione variant a tiratura limitata a 500 copie. L’edizione in questione è quella in foto acquistata da me allo stand Bao durante la fiera!
La particolarità è tutta nella copertina: in questa edizione, Iris è stata stampata sulla copertina cartonata mentre Ismail e il titolo solo stampati su una sovracoperta trasparente in acetato. Aprendo così il libro, abbiamo l’impressione che Ismail si allontani ma resti come un’ombra vicino alla sua Iris!

DSC_0005

DSC_0006

DSC_0007

Quest’edizione purtroppo non è più disponibile, ma nelle librerie troverete la versione classica e chissà… perchè non regalarla a qualcuno per Natale? 🙂

Alla prossima recensione!


SCHEDA LIBRO

Editore: Bao Publishing
Pagine: 311
Prezzo: 27€ (classica) – 29€ (variant)

0

Le ragazze nello studio di Munari – Alessandro Baronciani

DSC_0032

Mi sono approcciata a Le ragazze nello studio di Munari un po’ per caso, vagando per la libreria, guardando distrattamente gli scaffali pieni di libri e di altre graphic novel. Avendo studiato Disegno Industriale per anni, è stato il nome di Munari a colpirmi subito e a farmi venir voglia di sbirciare tra le pagine di questo libro.

Bruno Munari è stato un’importantissima figura nei campi dell’arte e del design italiano. Parte del suo lavoro e delle sue ricerche, furono dedicate soprattutto ad attività che potevano aiutare un bambino o un comune spettatore ad avvicinarsi al design. Tra oggetti curiosi, tavolette e materiali di vario tipo, i laboratori “tattili” di Munari sono passati alla storia per aver reso il design un “gioco” interattivo fruibile da tutti, grandi e piccini.

aa35724da5158d93013b13f45d783065_XL

Bruno Munari

Il protagonista della graphic novel di Alessandro Baronciani è un ragazzo. Un giovane collezionista interessato a libri antichi e a tutto quello che ha prodotto Munari nella sua vita. La storia narra le vicende del giovane e dei suoi rapporti amorosi con le svariate ragazze che sono passate dalla sua libreria piena di opere del grande Munari, lo studio di Munari, appunto.

La particolarità del libro è quella però di essere stato realizzato proprio come se si trattasse di un’opera di Munari stesso. E’ essa stessa un’opera di grafica e di cartotecnica e presenta pagine tattili, pagine semitrasparenti, pagine colorate alternate al bianco e nero dei disegni e così via…

DSC_0033

Le prime pagine della graphic novel sono stampate su fogli traslucidi che danno l’idea della nebbia

DSC_0034

Un oblò di carta ritagliata ci lascia intravedere una figura femminile che bussa alla porta della libreria.

DSC_0035

Un biglietto lasciato al protagonista.

E’ una di quelle opere che non possono mancare nella libreria di un lettore. Il solo sfogliare queste pagine ti rende allegro nonostante la malinconia della storia in sè!


SCHEDA DEL LIBRO:

Editore: Bao Publishing
Pagine: 256
Prezzo: 21€

1

Noi siamo tutto – Nicola Yoon, tra pagine e pellicola…

Il libro scelto dal nostro gruppo come lettura del mese è “Noi siamo tutto” di Nicola Yoon (titolo originale: “Everything Everything”) e ve ne parlerò approfittando del fatto che la sua trasposizione cinematografica ha lasciato da poco le sale di tutto il mondo!

DSC_0003

Il libro infatti, al momento, viene distribuito con la locandina del film in copertina mentre in precedenza, la copertina, si limitava al titolo con il decoro floreale che comunque si può tutt’ora osservare.

La protagonista è Maddy, una diciotenne americana che non ha mai messo piede fuori di casa perchè affetta da una rarissima patologia che la rende allergica al mondo visto lo scarsissimo sistema immunitario che ha. Vive in una casa interamente studiata per non farle pesare questa sua malattia: vetrate per tutte le pareti, ogni genere di comfort e, soprattutto, depuratori d’aria che le permettono di non respirare batteri e germi di alcun tipo. La tranquilla vita di Maddy però verrà stravolta con l’arrivo dei suoi nuovi vicini di casa il cui figlio, Olly, incuriosito dalla ragazza, cercherà di avvicinarla con ogni mezzo mettendo anche a rischio la salute di Maddy.

spoileralert

No, mi fermerò qui perchè una parola di troppo potrebbe spoilerarvi lo SCONVOLGENTE finale del libro!

Una particolarità di questo libro è l’impaginazione e il modo in cui è stato organizzato. Chiaramente, Maddy è segregata in casa, quindi la maggior parte delle conversazioni tra lei e Olly avviene attraverso sms, email e messaggi via chat. Per non renderli solo come una banale lista di messaggi, tutti gli sms o le schermate internet che vengono consultate dalla ragazza nella storia, vengono disegnate esattamente come dovrebbero essere nella realtà.

DSC_0002

DSC_0001

Questi sono solo due esempi, ma il libro ne è pieno!

Nonostante si tratti di una storia d’amore adolescenziale, questo aspetto non pesa al lettore e la narrazione è davvero scorrevole anche grazie a queste illustrazioni inserite tra un capitolo e l’altro.

original

Maddy e Olly in una scena del film.

Il film ha fortunatamente mantenuto la stessa trama senza stravolgere irreparabilmente nulla. Forse, un tema che viene toccato poco, è quello della famiglia di Olly di cui si sa veramente poco, mentre dal libro è possibile farsi un’idea molto più dettagliata della relazione travagliata tra i suoi genitori.

Molto belli i colori e le musiche scelte come colonna sonora. Nonostante questo, il film non mi ha particolarmente colpito perchè momenti abbastanza drammatici sono stati resi con scene veloci e poco dettagliate mentre dal libro, ovviamente, i momenti di pathos si percepiscono tutti nei momenti giusti e con la dovuta intensità.

Ho apprezzato invece la scelta di rendere gli sms tra Maddy e Olly come se fossero un dialogo tra i due in un luogo della loro immaginazione, una stanza in cui solo loro possono accedervi. Altrimenti, sarebbe stata un’ora e mezza di film in cui avremmo dovuto leggere solo tanti messaggi sullo schermo.

E’ comunque un film da vedere almeno una volta, mentre il libro è da acquistare e conservare perchè le illustrazioni sono davvero ben fatte e a volte spiegano perfettamente lo stato d’animo di Maddy.

20992936_10213784136378256_7056382971618988067_n


SCHEDA DEL LIBRO

Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 310
Prezzo: 17,90€

1

Valerian e la Città dei Mille Pianeti – Christie Golden. Tra fumetto, film e libro…

Prima di cominciare a leggere questa recensione, cliccate qui e fate partire la giusta colonna sonora per questa lettura 🙂

DSC_0003

Oggi vi parlo di Valerian, un titolo di cui sono venuta a conoscenza grazie all’uscita dell’omonimo film (che tra l’altro, trovate ancora nelle sale!).  Premetto che la fantascienza non è il mio genere, ma questo mi aveva davvero incuriosita vista la trama e le ambientazioni incredibili.

Valerian è  proprio il nome del giovane protagonista, un agente speciale degli umani che lavora in giro per lo spazio con la sua partner Laureline. Il loro compito è quello di mantenere l’ordine dell’universo, soprattutto in seguito ad alcuni disordini dovuti ad alcune misteriose forze oscure che non vedono di buon occhio questa unione tra le varie specie viventi. Nonostante il continuo rifiuto da parte di Laureline, Valerian continua costantemente a fare avances alla sua partner, sperando di abbattere quelle barriere che li costringono ad essere solo due semplici colleghi. Infine, inviati nella metropoli di Alpha per una missione, i due agenti si ritroveranno ad affrontare quelle stesse forze oscure che minacciano l’equilibrio e la pace intergalattica.

279500

Gli agenti Valerian (Dane Dehaan) e Laureline (Cara Delevingne) in una scena del film.

“Valerian e la Città dei Mille Pianeti” è il titolo del libro che, bisogna specificare, è basato sul film. Ebbene si, di solito si ha sempre il processo inverso, un libro come base di partenza per la creazione di una pellicola. In questo caso invece il processo è stato completamente diverso.

La storia di Valerian nasce infatti da un fumetto degli anni ’60 creato da Pierre Christin e dal disegnatore Jean-Claude Mézières e intitolato “Valèrian et Laureline”. Anche in questo caso la storia narra le vicende del giovane Valerian alle prese con varie missioni ai confini dell’universo insieme alla sua partner Laureline (qui con dei brillanti capelli rossi).

 

valerian_feat-1024x580

Al centro, Laureline e Valerian nel fumetto originale.

Ricapitolando quindi, in ordine cronologico abbiamo: fumetto, film e libro.

Nonostante si tratti quindi di una trasposizione letteraria di quella che è invece a sua volta la trasposizione cinematografica del fumetto, il libro risulta molto scorrevole e davvero ben scritto.

Non è la prima volta che vengono pubblicati libri basati su film o su videogiochi (si veda la saga di Assassin’s Creed, di cui, all’incirca per ogni gioco per console uscito, si ha un libro che ne descrive gli eventi), ma in questo caso davvero non si nota o percepisce questo dettaglio. Le descrizioni sono precise e dettagliate e la narrazione non si limita ad una sterile trasposizione scritta delle scene del film.

Un libro che consiglio: vivace e scorrevole, dolce e allo stesso tempo simpatico. Riuscirà Valerian a conquistare la bella Laureline? Lo scoprirete solo leggendo… o andando a cinema! 😛

DSC_0002


SCHEDA DEL LIBRO

Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 300
Prezzo: 17,90€