La Corte di Rose e Spine – Sarah J. Maas

Ebbene si, anche io ogni tanto mi lascio trascinare dal flusso “mediatico” e leggo quelli che vengono definiti casi editoriali.

Ed è infatti diventato quasi un caso editoriale questo primo volume di una tetralogia chiesta a gran voce da tantissimi booktuber e bookblogger.

Pubblicato in America nel 2015, La Corte di Rose e di Spine (A court of Thorns and Roses) nasce come retelling della famosa favola La Bella e la Bestia ed in seguito diventa una tetralogia (di cui fanno parte La Corte di Furia e di Nebbia pubblicato nel 2016 arriverà in Italia a giugno 2019; La Corte di Ali e Rovina del 2017 arriverà in Italia a settembre 2019 e A Court of Frost and Starlight pubblicato nel maggio 2018 ma di cui ancora non si sa nulla per la versione italiana) che ha appassionato milioni di lettori amanti del paranormal romance.

Feyre è una ragazza di diciannove anni che, a causa del fallimento economico della sua famiglia, si è fatta carico del mantenimento della famiglia. E’ lei che si reca nella foresta per procacciare cibo e pelli di animali da rivendere per il bene del padre e delle due sorelle. Si tratta di una ragazza che, nonostante la giovane età, conosce bene le brutture del mondo e ha innalzato una corazza per difendersi e difendere la propria famiglia.

Vive in un villaggio a pochi giorni di viaggio dal muro che separa il mondo umano da Prythian, un mondo magico popolato dai Fae, esseri fatati che secoli prima dominavano gli umani. Nonostante dopo la guerra le due fazioni si siano divise, c’è ancora gente che venera i Fae e Fae che attraversano il muro per venire nel mondo umano.

Feyre odia i Fae, dalle storie tramandate nel corso dei secoli ne esce una figura cattiva e capricciosa, padroni che riducevano gli umani in schiavitù solo per la loro superiorità dovuta ai poteri. Ed è per questo che, durante una battuta di caccia, trovandosi davanti un lupo enorme e percependo che fosse un Fae trasformato, Feyre non si crea alcuno scrupolo ad incoccare una freccia di frassino nell’arco e ad uccidere la fata.

Ma questo omicidio a sangue freddo da lei commesso le cambierà la vita. Infatti si presenterà a casa sua un Fae Maggiore, uno dei Signori Supremi di Prythian, che per vendicare la morte del suo emissario decide di portare Feyre a vivere con lui nella sua Corte per il resto della sua vita mortale.

Ancora una volta, anteponendo il benessere e la sicurezza della propria famiglia alla sua, Feyre seguirà il Fae Maggiore e si ritroverà a vivere nella sua Corte di Primavera. Qui tenterà, inizialmente, di tenersi sulle sue e di trovare il modo per tornare a casa. Ma, una volta rassicurata sul benessere della propria famiglia, lascerà a Tamlin la possibilità di conoscerlo e di farsi conoscere tanto da innamorarsi follemente di lui.

Ma purtroppo Tamlin e tutta Prythian è sotto un potente maleficio e nelle grinfie di una perfida regina che odia in maniera viscerale gli umani e i Fae che sono dalla loro parte e sarà contro di lei e contro il maleficio che Feyre dovrà combattere per poter vivere serenamente il suo amore.

La corte di rose e spineCome anticipato ad inizio recensione, questo romanzo parte come retelling de La Bella e la Bestia e troviamo, quindi, i perni fondamentali di quella favola: il signore del castello colpito da un maleficio insieme a tutta la sua corte e servitù, la ragazza di umili origini che si ritrova a condividere la stessa abitazione con il suo carceriere, l’ostilità iniziale che si trasforma in amore, l’amore che è l’unico metodo per spezzare l’incantesimo.

Si potrebbe pensare, quindi, che in realtà non sia niente di nuovo ma in realtà sarebbe un pensiero sbagliato. Perché l’autrice è riuscita, pur con dei cliché tipici del fantasy, a creare un mondo fantastico che contrappone alla bellezza delle cose la bruttura di alcuni dei personaggi che ruotano intorno alla vicenda.

La figura di Feyre, pur avendo ovviamente dei parallelismi con il personaggio di Belle, riesce comunque a sviluppare un carattere forte e combattivo, capace di affrontare qualsiasi cosa per le persone che ama. Anche il personaggio di Tamlin presenta dei parallelismi con la Bestia ma, a differenza di quest’ultima, sin dall’inizio si scorge in lui un animo buono e generoso.

In generale tutti i personaggi che ruotano attorno alla vicenda sono ben caratterizzati. Un applauso all’autrice che è riuscita a suscitare forte empatia anche per i personaggi ambigui.

Non avendo letto il romanzo in lingua originale non posso esprimere giudizio sulla traduzione che è stata fatta. Posso però dire che si tratta di una scrittura scorrevole, di una storia che si fa leggere e che, malgrado alcune scene un po’ trash e grottesche, tiene incollato il lettore alle pagine.

Se cercate un capolavoro della letteratura fantasy, comunque sia, questo non è quello che fa per voi. Se invece cercate una lettura di svago che, pur con le sue imperfezioni, riesca a far sognare, sorridere e passare qualche ora in relax allora questo è il libro che fa per voi.

Nonostante il grande rumore che gira intorno a questo romanzo e ad i suoi seguiti, l’unica cosa che posso consigliarvi e di avvicinarvi alla sua lettura senza quelle grandi aspettative che possono essere nate. Riuscirete così a godervi meglio la lettura e la storia narrata.

Per quanto mi riguarda non vedo l’ora che la Mondadori pubblichi il seguito ma io non faccio testo: da una fan sfegatata de La Bella e la Bestia cosa potete aspettarvi?


SCHEDA DEL LIBRO

Editore: Mondadori
Pagine: 406
Prezzo: 16.90€
Voto: 7/10

Annunci

Una risposta a "La Corte di Rose e Spine – Sarah J. Maas"

  1. Pingback: La Corte di Nebbia e Furia – Sarah J. Maas | Leggendo a Bari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...