La tagliatrice di vermi – Gaetano Barreca

la tagliatrice

Uno degli aspetti che più mi piace dei libri è che in qualche modo leggere è sempre un viaggio. A volte le storie ti portano dall’altro capo del mondo, altre volte invece ti fanno vedere con uno sguardo diverso quello che hai sotto gli occhi, ti fanno conoscere meglio persino casa tua. Ed è a quest’ultimo caso (o dovrei dire viaggio?) a cui faccio riferimento oggi: vi parlo di un libro in particolare, o meglio, di una raccolta di racconti di Gaetano Barreca (autore che abbiamo avuto il piacere di conoscere in passato grazie a Dopo il funeralequi il link della nostra recensione).

Prima una piccola, ma doverosa premessa: Gaetano non è barese eppure ha scritto un libro sulle tradizioni di Bari vecchia. Se vi dico questo è perché io e lui abbiamo qualcosa in comune, ovvero l’amore per Bari, città che non ci ha visti nascere, ma alla quale in parte sentiamo di appartenere.

L’autore è stato a Bari e di Bari si è innamorato, ha indagato e deciso non solo di ambientare qui il suo primo romanzo, ma poi, con questa raccolta, di parlarci anche delle sue tradizioni popolari. Questo suo non essere barese, ma volerne parlare è l’aspetto che più mi ha incuriosito e portato poi a leggere il suo libro; avevo voglia di vedere la città in cui vivo attraverso uno sguardo diverso (e ora posso dire dire “per fortuna!” dato che si è rivelata una lettura piacevolissima).

I racconti sono ambientati appunto a Bari vecchia tra gli anni ‘40 e ‘70 e descrivono una città specchio di un’ Italia in trasformazione. Ci vengono presentate le tradizioni e i costumi locali, i quartieri e le vie del centro e tutto ciò è arricchito da storie magiche e soggetti pittoreschi in una narrazione scorrevole e piena di divertenti aneddoti, capace sempre di strappare un sorriso al lettore.

La Tagliatrice di vermi è il racconto che da il titolo al libro ed è certo la storia più corposa e in un certo senso forse anche la più rappresentativa della raccolta. In passato  a Bari esisteva la figura della tagliatrice, ovvero una donna che acquisiva il dono di guaritrice per lascito. Il rituale del taglio dei vermi è descritto nella storia minuziosamente e si compone di precise gestualità e preghiere ripetute a mo’ di mantra che solo la tagliatrice conosceva.

Accanto alla storia della tagliatrice si parla anche di altre vicende, ad esempio cene di famiglia piene di subdoli scontri e battibecchi tra parenti (esperienze che forse tutti noi del sud in qualche modo conosciamo); si affrontano poi altre tematiche più o meno note ai baresi come la fata della casa, le streghe, le gatte masciàre e il miracolo della luce della cattedrale (storia a cui Gaetano riserva una descrizione accurata nelle ultime pagine del suo libro).

Nella seconda parte l’autore spiega poi le tradizioni che sono alla base dei suoi racconti e tutto il processo di ricerca che lo ha portato a scrivere questo libro.

Leggere questi racconti mi ha fatto immergere per un po’ nella Bari di qualche anno fa, tra vecchi borghi e abitudini; questo è ovviamente merito sia della tematica interessante (i contenuti sono apprezzabili da chiunque, non solo dai baresi, ed io ne sono la prova!), sia della scrittura di Gaetano che ha parlato di vicende reali, ma le ha romanzate, cosa che ha reso lettura estremamente leggera e divertente.

Vi lascio quindi un estratto da uno dei suoi racconti per spiegarvi meglio cosa intendo.

Crocefissa però era innamorata e per far capire al dottor Annoscia che ricambiava i suoi sentimenti, senza esser vista dalla madre o dalla nonna, apriva sempre di soppiatto uno spiraglio della finestra e tirava su con il muco fingendo di avere il catarro. In questo modo attirava l’attenzione del ragazzo e gli comunicava il suo amore. Lui lo sapeva, ecco perché tornava ogni giorno, per sentire il catarro di Crocefissa.

Concludo qui consigliando a tutti di leggere questa raccolta perché credo davvero ne valga la pena. Ho avuto anche modo di conoscere di persona Gaetano e posso dire con certezza che il successo che sta avendo è davvero meritato, noi rimaniamo in attesa del suo prossimo libro ambientato a Bari…

 

 

SCHEDA DEL LIBRO

Autore: Gaetano Barreca
Editore: Wip
Pagine: 168
Prezzo: € 12,00

Una risposta a "La tagliatrice di vermi – Gaetano Barreca"

  1. Pingback: Novità in libreria! La Tagliatrice di Vermi – di Ruderi e di Scrittura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...