Il suono del mondo a memoria – Giacomo Bevilacqua

bevilacqua-testata

Sam decide di fare un esperimento: vivere due mesi a New York senza rivolgere la parola a nessuno per poi scriverne un articolo. Ma come fare a mantenere il silenzio? Un’ armatura fatta di cuffie e la stessa canzone a ripetizione nelle orecchie è tutto ciò che serve. Sam capisce che il silenzio dà uno sguardo differente sulle cose e in quanto fotografo ha un punto di vista privilegiato, ha imparato a guardare il mondo attraverso il mirino e riesce a regalarci un ritratto atipico della grande mela: una città muta e un luogo dove si può essere anche molto soli. Così mentre Sam si destreggia tra le attività quotidiane in assoluto silenzio, l’esperimento procede e noi impariamo a conoscerlo poco per volta attraverso i suoi occhi e i suoi pensieri.

La narrazione avviene quasi interamente tramite didascalie, ma i pensieri di Sam si intrecciano poi ad una seconda voce, quella di Joan, che fa presto breccia nel cuore del protagonista.

23lz24z

Da lettrice di romanzi, “leggere” le tavole non è stato facile, ero un po’ scettica e invece mi sono dovuta ricredere.  Ho sfogliato il suono del mondo a memoria più volte e ogni volta che mi soffermavo a guardare i colori o leggere le vignette mi immaginavo insieme a Sam tra strade affollate di New York, poi a Central Park di cui mi sembrava quasi di sentire gli odori. Soprattutto dal punto di vista grafico è stata una meravigliosa sorpresa, il romanzo sembra composto da una serie di istantanee fotografiche che si susseguono raccontando una storia.

1-jzf0MDmRzUBgjB3vmFmTkAAlla fine però ero insoddisfatta, mi sono chiesta: “sono io a non aver capito?”  ed è solo dopo una rilettura attenta che sono riuscita a cogliere altri dettagli.

Ciò che rende particolarmente bella quest’opera è il fatto che sia composta da piccoli tasselli, che vanno a ricomporsi perfettamente in un mosaico brillante visibile solo alla fine del racconto.

suono-del-mondo-a-memoria_5L’aspetto che più mi ha colpito è che Sam ha una strana abitudine: scatta foto e non le riguarda, poi chiude gli occhi e cerca di immaginarsele, come in attesa che il vissuto diventi ricordo per poi esaminarlo con occhi più maturi e riuscire a coglierne le diverse sfumature. Tutto ciò l’ho trovato molto poetico così ho deciso di seguire il consiglio del protagonista: ho letto le ultime pagine, poi in silenzio ho posato il libro sul comodino e abbassando le palpebre, l’ho ricostruito nella mia memoria.

 

 

 

SCHEDA LIBRO

Autore: Giacomo Bevilacqua
Editore: Bao Publishing
Pagine: 192
Prezzo: 21,00€

Annunci

2 thoughts on “Il suono del mondo a memoria – Giacomo Bevilacqua

  1. Non ho mai letto graphic novel ma è da tempo che vorrei farlo *-* Probabilmente inizierò proprio da questa, i disegni sono bellissimi *-*

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...