L’amore, quando tutto è perduto – Isabelle Autissier

9788817085847_0_0_1500_80
Francia – Louise e Ludovic, giovane coppia parigina, decidono di partire per un viaggio in barca per allontanarsi un po’ dalla monotonia del lavoro in ufficio e dalla vita di città. Sembrerebbe l’inizio di un’avventura, di un viaggio liberatorio e di un ampio respiro a pieni polmoni verso la libertà dalla quotidianità, ma si trasformerà ben presto in altro. Ad un certo punto, i due decidono di fare un’escursione non programmata sull’isola deserta di Stromness, ma qualcosa va storto. La natura si ribella e una tempesta li coglie del tutto impreparati. Louise e Ludovic si rifugiano in una vecchia costruzione e attendono la fine del brutto maltempo. Ciò che li aspetta però oltre il varco è sconvolgente: la loro nave è scomparsa, del tutto inghiottita dai moti del mare insieme a provviste, beni di prima necessità e ovviamente, insieme alla loro unica via di fuga.
Da qui ha inizio una difficile e tormentata convivenza in un mondo estraneo e impervio. Realizzano che nessuno sa che loro sono lì e che quella non è la stagione nella quale le navi scientifiche approdano sull’isola. Capiscono dunque che  dovranno sopravvivere. Iniziano a cibarsi di pinguini e a vivere di rituali. Avere un rituale li fa stare meglio, tiene le loro menti occupate: alzarsi la mattina, fare un po’ di attività fisica, spennare pinguini

isabelle-autissier-a-la-barre-et-a-la-plume

Isabelle Autissier

e cuocerli alla meglio. Addirittura trovano della carta e, riuscendo a costruire una penna, segnano il passare dei giorni con qualche sporadico appunto della giornata. Ma quanto può durare un equilibrio così precario? È naturale che il loro rapporto, messo alla prova e stressato dalla situazione, inizi ad incrinarsi. Una tempesta e un conseguente disagio da affrontare per sopravvivere che si tramutno  in una burrasca altrettanto pericolosa: il loro rapporto messo in discussione. Da ciò ne deriva uno spaventoso senso di solutidine: la società e i comfort sembrano assai lontani e mancano da far male. Ma loro appartengono ancora alla società? Di certo coltivare dei ricordi può diventare un modo per non cedere alla disperazione. La ricerca di un barlume di civiltà ogni tanto da loro la forza di affrontare un altro giorno, ma quanto possono resistere? Quanto è forte la natura e in che momento l’egoismo della propria sopravvivenza rischia di superare l’amore, l’affetto, tutto ciò che c’è stato? Lontani da ogni punto di riferimento sociale, i protagonisti si sgretolano psicologicamente, la società dell’abbondanza li ha privati dei riflessi necessari per sopravvivere e rimanere integri. Come andrà a finire questa vicenda è tutto da scoprire e da gustare, insieme ai numerosissimi spunti di riflessione che ne scaturiscono.
Ero partita con molti pregiudizi su questo libro, e sono contenta di essermi ricreduta. E’ stata una lettura piacevole e appassionante!

Autore: Isabelle Autissier
Editore: Rizzoli
Pagine: 205
Prezzo: 17,00 €

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...