“Carve the mark – I predestinati” di Veronica Roth

Scoprire, appena due giorni prima dell’uscita, che Veronica Roth avesse scritto un nuovo libro mi ha a dir poco spiazzato. Però mi sono ripresa subito e ho ordinato al volo il volume. Uscito il 17 gennaio, e ricevuto un paio di giorni dopo, ho cominciato subito la lettura.

In una galassia a noi sconosciuta, fatta di strani pianeti, abitano delle persone che, ad un certo punto della loro vita, sviluppano un dono. Lo chiamano donocorrente poiché si tratta di un regalo ricevuto dalla Corrente, una forza che circonda tutta la galassia. Inoltre ogni abitante di questa galassia ha un fato designato. I fati sono tenuti nascosti fino ad una certa età, soprattutto i fati delle così dette famiglie predestinate.

Ed in questa galassia, in un pianeta diviso in due nazioni in guerra tra loro (Shotet e Thuve), che vive il piccolo Akos Kereseth. La vita di Akos è semplice, divisa tra la scuola e la famiglia, aspettando la sera in vista delle sue lezioni speciali con la mamma in cui impara a creare pozioni e veleni con i fiori del ghiaccio che crescono a Thuve.

16443821_1376328329065098_2012325067_o

Ma un giorno tutto cambia: i fati dei predestinati vengono annunciati a tutta la galassia dall’Assemblea e, a causa dei loro fati, Akos e il fratello Eije vengono rapiti dal popolo di Shotet governato da Ryzek Noavek. Durante il loro rapimento assistono al brutale assassinio del loro padre per cui Akos crescerà con l’intento di liberare lui e il fratello e di vendicare il padre.

Nella vita di Akos, ad un certo punto, entrerà Cyra. Lei è la sorella del re di Shotet ed è conosciuta come il Flagello di Ryzek a causa del suo donocorrente: nessuno può toccarla senza provare dolore e lei non riesce a vivere senza provare a sua volta dolore. E, a volte, canalizzato nella giusta direzione, questo dolore può sopraffare l’uomo fino a portarlo alla pazzia ed alla morte. Ed è in un moto di rabbia che, canalizzando involontariamente il suo donocorrente, Cyra ucciderà la madre.

Questo errore la farà crescere sotto la tirannia del fratello maggiore con la convinzione di non essere nient’altro che un mostro. Fino all’incontro con Akos. Akos che è l’unico che può portarle sollievo dal perenne dolore grazie al suo donocorrente. Entrambi vittime dei loro doni e dei loro fati si ritrovano costretti a convivere. Ma la convivenza porta cambiamenti in entrambe le loro vite. E, ben presto, si ritroveranno a dover scegliere cosa fare della loro vita, se continuare nella direzione che sembra scritta per loro o darle una svolta sfidando il destino.

Come già successo con la saga di Divergent, Veronika Roth crea dal suo intelletto un nuovo mondo, una nuova vita, un mondo fantastico e pieno di violenza ma sempre propenso al miglioramento e alla pace. In questo primo volume di questa nuova saga si alternano i punti di vista dei due protagonisti, Akos e Cyra, che ci concedono una visone a 360° delle mentalità di entrambi i popoli in conflitto.

Scrittura semplice e lineare, storia avvincente, personaggi e luoghi descritti alla perfezione. Direi che l’autrice ha centrato, per l’ennesima volta, l’interesse dei lettori. Direi che per i fan della Roth questo volume può rappresentare un bel regalo e una porta aperta verso una nuova avventura. Per chi, invece, non conosce ancora questa autrice, direi che questo volume è l’ideale per cominciare.

E poi ha una copertina davvero bellissima!

Libro consigliato per gli amanti del fantasy.



SCHEDA DEL LIBRO:

Editore: Mondadori
Pagine: 427
Prezzo: 15,90€

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...