Il bacio più breve della storia

Oggi voglio parlarvi di un libricino piccolo piccolo che ho letto durante le vacanze natalizie: “Il bacio più breve della storia” di Mathias Malzieu. Ho voluto dare una seconda possibilità a questo scrittore che avevo avuto modo di conoscere grazie alla nostra prima lettura di gruppo “La meccanica del cuore“, la quale non mi aveva particolarmente entusiasmata (potete leggerne la recensione qui). Purtroppo anche questo nuovo libro mi ha lasciata con una serie di perplessità riguardanti la trama che di certo non hanno aiutato Malzieu a figurare tra i miei autori preferiti.

20170109_164419.jpg

“Il bacio più breve della storia” racconta del fugace incontro del protagonista, un inventore, con una misteriosa e sfuggente ragazza, Sobralia, avvenuto durante un concerto a Parigi. Questo breve incontro tra i due esita in un ancor più breve bacio che causerà l’improvvisa scomparsa nel nulla di lei. Il ricordo di quel bacio non dà pace al protagonista, il quale si ingegna in tutti i modi per ritrovare la ragazza invisibile. In questa ricerca è aiutato da un detective in pensione, con una particolare somiglianza ad un orso polare, e dal suo strano pappagallo, in grado di registrare e riprodurre i suoni come fosse un vero e proprio registratore.

La trama sembra preannunciare il racconto di una dolce storia d’amore, impreziosita da qualche elemento  magico e ambientata in un mondo nel quale tutto, anche l’impossibile, può succedere. La lettura ha invece rivelato soltanto un racconto a mio parere mal costruito e pretenzioso, che cerca di essere una fiaba moderna, senza tuttavia riuscirci. Troppi sono infatti gli elementi che non danno consistenza alla storia e le impediscono di restare nel cuore di chi la legge.

Innanzitutto, come già in “La meccanica del cuore”, la travolgente passione che lega i due protagonisti appare irreale. Il loro rapido e fugace bacio e l’ossessione successiva di lui nei confronti della ragazza invisibile, pretendono di essere dei momenti romantici ma di fatto appaiono soltanto esagerati e forzati. Inoltre quello che viene descritto come un immenso e infinito amore del protagonista nei confronti di Sobralia, inconcepibilmente e incoerentemente vacilla non appena fa timidamente ritorno una vecchia fiamma.

Come detto precedentemente, la storia è animata da una serie di elementi magici e fantastici, come lo stravagante pappagallo o i cioccolatini inventati dal protagonista, in grado di ricreare in chi li mangia esattamente il sapore e le sensazioni di quel fugace e misterioso bacio con cui è iniziata la storia. Questi particolari, non essendo approfonditi e introdotti all’interno di un contesto ben costruito, risultano essere inverosimili, grotteschi e inseriti a caso.

Inoltre lo scrittore inserisce nella narrazione delle descrizioni pesantemente erotiche del corpo dell’amata che risultano alquanto fuori luogo rispetto al contesto e al tono del resto della narrazione.

In conclusione, l’idea alla base della storia, per quanto carina, originale e con buone potenzialità per essere davvero una fiaba moderna, non è stata sviluppata nella maniera migliore dall’autore.
Devo quindi ammettere che purtroppo questo libro mi ha lasciata indifferente, non è stato in grado di trasmettermi alcun tipo di emozione e di conseguenza non è riuscito a modificare il mio pensiero nei confronti di Malzieu.


Scheda del libro:

  • Titolo: Il bacio più breve della storia
  • Autore: Mathias malzieu
  • Editore: Feltrinelli
  • Pagine: 121
  • Prezzo: 7.50 €
Annunci

2 thoughts on “Il bacio più breve della storia

  1. Mah…sembra proprio la copia brutta del già brutto “La meccanica del cuore”. Mi sembra evidente che questo autore abbia delle fissazioni tutte sue XD

    Mi piace

    • Esatto Babi 😀 Devo ammettere che “La meccanica del cuore” è decisamente migliore rispetto a questo, c’è molta più azione e storia. “Il bacio più breve della storia” ha invece una narrazione molto piatta e nonostante siano poche pagine è difficile leggerlo. Davvero molto noioso 😦

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...