“Alice Through the Looking Glass”: un viaggio nei sogni

13620848_10206235381995177_5910102817607069144_n.jpg
Alice nel Paese delle Meraviglie ci ha insegnato che c’è sempre un mondo oltre la superficie del reale. Ma la verità è che questo mondo è più nostro di quanto si possa pensare e risiede dentro di noi, nell’inconscio, lo stesso concetto che Freud, fondatore della psicanalisi ha sottolineato più volte come base di ogni nostro desiderio e impulso, spesso implicito.

Nel sequel di Alice From Wonderland di Alessia Coppola, Alice Through the Looking Glass, questi due aspetti, quello fantasioso e immaginario di una favola che parla di un mondo meraviglioso e quello dell’inconscio come sede di un mondo interiore tutto nostro, comprensibile ed esplorabile solo in minima parte, si fondono.

13620842_10206235381555166_4873266594366832535_n.jpg

Ho riempito il libro di dolcissimi stick a tema per segnare le mie parti preferite. Sì, va bene, forse ho esagerato! Ma erano troppo carini!

Dopo aver vissuto le avventure del primo libro e dei suoi spin-off (Freak Love, incentrato su Wade, lo Stregatto e Blue Dream che si focalizza su Algar, il Brucaliffo, e che funge da ponte tra il primo e il secondo romanzo), dalla caratterizzazione steampunk e un po’ gotica, con una protagonista melanconica e in cerca di se stessa, ero davvero curiosa di scoprire come il secondo romanzo di Alessia Coppola avrebbe cercato di accalappiare il lettore. Mi aspettavo che il gruppo di “Matti”, lasciati quasi in sospeso alla fine del primo romanzo, ci sorprendesse in maniera tutta nuova. E così è stato. Solo che stavolta si è andati più a fondo, ancora una volta Alice ha scalfito il mio cuore di lettrice e vi ha piantato all’interno un sentimento di dolcezza e voglia di avventura.

large

Alice si ritrova, stavolta, a fronteggiare il più grande e pericoloso nemico che potesse mai immaginare: la propria paura. Ma parliamo di Alice, e non possiamo aspettarci che il suo percorso verso l’età adulta, la sconfitta della paura e la consapevolezza del suo amore per uno dei suoi pretendenti si risolva in una vicenda priva di magia, avventura e passione.

Il lettore viene subito catapultato in un mondo nuovo. No, non parlo di Wonderland, o almeno, non parlo della Wonderland che tutti conosciamo. Parlo del mondo interiore di Alice, attraverso cui si può accedere solo tramite i suoi sogni.

giphy
Ed è qui che realtà e finzione si uniscono, che fantasia e psicologia si stringono la mano: perché è nei meandri della nostra psiche che risiedono i nostri desideri, le nostre debolezze e le nostre paure. E Alice avrà la (s)fortuna di incontrare le incarnazioni, percepite come incredibilmente reali, delle sue componenti psichiche, che assumono tutto d’un tratto il volto di personaggi amici o di persone controverse, con tutt’altro significato.

Nell’inconscio ogni cosa è se stessa e il suo contrario, vi è un rispecchiamento di se stessi e della realtà.

Ho apprezzato tantissimo l’approfondimento psicologico di questo romanzo, effettuato con abbondanza di particolari e significati: la ricerca bibliografica dietro questo scritto è palpabile e ammirevole. L’ombra delle concezioni freudiane si vanno a intrecciare alla fantasia meravigliosa di Alessia Coppola fino ad andare a formare un arabesco di scene e emozioni inimitabile.

La storia è originale, ma al tempo stesso è riverbero di una verità che tutti sentiamo risuonare dentro di noi. Il viaggio di Alice è un viaggio nel suo inconscio, dalle componenti squisitamente psicologiche e simboliche, ma che vengono vissute come reali e hanno il potere di annientarla. Lei dovrà affrontarle da sola, o almeno, così lei pensa.

tumblr_mxx0bdj0l01rx61nzo1_500

I matti hanno avuto nuovi sviluppi e approfondimenti, ma ho apprezzato soprattutto la possibilità di conoscere meglio Elfrida, la Regina Rossa, e il nuovo vigore che ho visto infuso in Edmund, il nostro adorato Cappellaio, che per la prima volta ascoltiamo narrarsi.

tumblr_n6tx9x8sh51tufqa6o1_500
Algar… beh, il nostro Brucaliffo non poteva mancare, ma lo ritroviamo in vesti completamente diverse e anche le sue intenzioni sono tutte da scoprire.

Ma anche la storia di Wade, approfondita con Freak Love, vede nuovi sviluppi, e chissà se anche un altro personaggio tanto amato come lo Stregatto possa raggiungere la felicità?

Il sentimento fantastico che emerge dalle pagine è l’affetto, l’amicizia che lega tutti i Matti tra di loro, più forte persino del sospetto e degli antichi rancori.

Il mondo inconscio che la parte più oscura di Alice ha creato è ben strutturato e assolutamente “realistico”, in quanto incarna la paura e il terrore di un’anima sola e abbandonata, divenuta fredda come il metallo di cui tutto è composto; tranne l’innocenza e la speranza di Alice, relegati in un posto speciale pieno di fiori e colori e protetto dalla proiezione di uno dei personaggi a cui Alice più tiene.

tumblr_lqc9we3ewy1r1mh8to1_500

Ma giungo a un punto straordinario: l’incontro con Sigmund Freud, il mio “maestro spirituale” indiscusso e che ha ispirato il mio indirizzo di studi: non potevo che essere impaziente di conoscerlo attraverso le parole della Coppola. Il suo incontro, anche se breve e lapidario, ha l’impronta del suo vero carattere e del suo cinismo metodologico, ma sono stata contenta che l’autrice abbia voluto dare (anche se solo a livello immaginario), la consapevolezza dell’esistenza di un mondo fantastico a questo personaggio storico che amo molto.

Alice Through the Looking Glass ci lascia ancora con il fiato sospeso in un finale aperto a qualsiasi eventualità (come ci aspettiamo da Alice e dai suoi Matti, d’altronde), nella speranza di un sequel che continui le loro avventure e meraviglie. E spero che il prossimo libro (sì, perché ci deve essere!) sia ancora più bello, in un crescendo di fantasia!

tumblr_natpcaebgy1tbsomno5_400

Un bacio, e alla prossima!

Sabry

Annunci

3 thoughts on ““Alice Through the Looking Glass”: un viaggio nei sogni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...