“Giochi di ombre” di Giovanna Evangelista e gli ingredienti per un bellissimo esordio

giochi-di-ombre

La recensione che mi accingo a scrivere riguarda il lavoro di una esordiente, la giovanissima Giovanna Evangelista che con Giochi di ombre ha voluto mettersi alla prova, creando un prodotto ben congegnato, non esente sicuramente da alcuni “difetti” (come ogni opera), ma che lascia piacevolmente sorpresi . Una lettura piacevole che rivela tutto l’impegno dell’autrice.

Ma scendiamo nel dettaglio:
La storia gira intorno al personaggio di Liam, un ragazzo perseguitato da un sogno ricorrente dove una donna senza volto cerca di raggiungerlo e gli sussurra sempre le stesse parole. E’ da quando ha ricordi che questa misteriosa donna gli appare. Giunto all’età di vent’anni Liam conduce una vita propria, studia all’università e ha una ragazza che lo sostiene costantemente, ma i sogni non si bloccano, tanto che il ragazzo ormai ci convive e ogni notte per lui arriva il terrore di addormentarsi.
La situazione prende una svolta quando Liam ascolta i suoi genitori parlare di nascosto,  un mistero riguardante il passato e alcune misteriose lettere prende vita, dando inizio alla spasmodica ricerca della verità da parte del ragazzo.

Ciò che ho apprezzato di questo romanzo sono le descrizioni evocative e intense. Infatti, sebbene abbia notato che in alcuni punti il lessico possa sembrare troppo enfatizzato, è proprio nelle descrizioni delle sensazioni dei personaggi che l’autrice ha una padronanza del linguaggio davvero notevole. Riesce a descrivere magistralmente tutte le percezioni che il lettore deve vivere insieme ai suoi personaggi.

E, d’improvviso, seppe. Seppe che stava ritornando. La sentì avvicinarsi col solito incedere leggero, annunciata dal flemmatico picchiettio di passi che ogni notte aveva imparato a riconoscere.
Risplendette una sagoma; quanto lontano o quanto vicino non era dato saperlo. Nell’ombra avanzava una figura incerta, quasi divorata dal buio che pareva esalare dal suo stesso corpo[…]

Un altro punto a favore di Giochi di ombre è la coesistenza di ben due sfere che caratterizzano il romanzo. La parte del thriller, del mistero e della caccia alla scoperta della verità. Parte che viene sostenuta e che si amalgama molto bene con la love story. La componente amorosa non è un contorno della storia, ma una componente principale esattamente come l’altra.  Il mix è perfetto.

Le braccia di lui la cinsero forte, quasi violente, come desiderandola, temendo di perderla non appena l’avessero lasciata andare.
Quando l’abbracciava tremava di passione, tanto che lei sentiva il suo corpo vibrare sotto la sua stretta, i muscoli contrarsi, le membra scuotersi in lievi spasmi.[…] Sorrideva lui, di quel sorriso che le svuotava lo stomaco, e posava le labbra sulle sue con una foga quasi eccessiva, incontrollata. La passione prendeva il controllo di lui, di loro, e quell’abbraccio diventava salvezza, le mani scivolavano delicate come acqua, i corpi si abbandonavano alla natura.

Mi è piaciuto inoltre il gioco della narrazione alternata e alcuni punti sono davvero molto avvincenti. Una cosa che però  a mio parere penalizza il romanzo sono alcune parti affrettate che sarebbero potute essere sviluppate più ampiamente. L’autrice fa la scelta del medias res in molti punti. Sarebbe forse stato meglio scoprire certe cose più gradualmente, per lasciare più suspense. Anche nel finale ho riscontrato lo stesso “difetto”, infatti all’80% del libro e quindi vicino alla fine, le vicende risultano un po’ sbrigative tanto che non si ha ben chiara la sensazione che la storia stia finendo.
Chiudo la mia recensione facendo ulteriori considerazioni: alcuni indizi portano forse ad intuizioni troppo semplici, però posso confermare che non guastano assolutamente la buona riuscita del compimento della storia.

Una nota va fatta su alcune lettere che sono presenti all’interno del romanzo: le ho trovate di una bellezza rara!

Per concludere: consiglio questo libro? Sì. Giovanna Evangelista parte con una marcia in più e sono sicura che apprezzerete il suo lavoro.  Non facciamoci spaventare dagli esordienti e ricordiamoci che tutti i più grandi autori lo sono stati.
Vi lascio il link dell’ebook acquistabile ad un prezzo irrisorio (0,49€) su Amazon:
http://www.amazon.it/Giochi-Ombre-Giovanna-Evangelista-ebook/dp/B010P03B1Y
Inoltre è disponibile anche la versione cartacea.

 

Annunci

One thought on ““Giochi di ombre” di Giovanna Evangelista e gli ingredienti per un bellissimo esordio

  1. Pingback: Al di là della cornice di Giovanna Evangelista | Leggendo a Bari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...